Diamoci la carica con un bagno caldo alle erbe e fiori

La nostra pelle, a marzo, al termine della stagione invernale e soprattutto con il cambio di stagione, può presentarsi opaca e secca. Sono utili quindi trattamenti cosmetici che hanno lo scopo di rinnovare lo strato cutaneo superiore, intasato di tossine, e che migliorano l’ossigenazione della pelle. Ad esempio un bagno caldo.
Quello del bagno è, probabilmente, il rituale di bellezza e di salute più datato, praticato e personalizzato del pianeta. Fin dall’antichità i benefici delle terme e dell’acqua calda erano noti e riconosciuti come cure efficaci per molti disturbi del corpo e dell’organismo. Con la diffusione capillare dei bagni nelle case moderne e con la possibilità per tutti di avere a disposizione quotidianamente l’acqua calda, si è stati portati a dimenticarne e sottovalutarne gli effetti terapeutici…

Il bagno, a differenza della doccia, è la cura ideale per ammorbidire a fondo la pelle, per aprire i pori, aiutandola a liberarsi delle sostanze tossiche e delle impurità che le impediscono di respirare.
Nel momento in cui si viene a contatto con l’acqua calda si innesca un’azione vasodilatatrice che accelera la circolazione, produce un aumento della sudorazione, con conseguente eliminazione di scorie e tossine nocive, e allenta le tensioni muscolari; un rimedio non solo per tonificare e rilassare, ma con effetti benefici anche sul sistema nervoso. L’acqua calda è inoltre di beneficio per alleviare i dolori articolari.

UN APPUNTAMENTO QUOTIDIANO
Vediamo come trasformare il vecchio rito del bagno in un appuntamento quotidiano sinonimo di salute e di bellezza. Prima di tutto, prendetevi del tempo. Ritagliatevi almeno un’ora. Scegliete gli oli essenziali più adatti e, prima di immergervi, riscaldatevi frizionando il corpo con un guanto di crine asciutto. Regolate la temperatura, ricordando che i bagni troppo caldi (oltre i 37°) tendono a rilassare i tessuti e ad abbassare la pressione. Venti minuti sono il tempo ideale di immersione consigliata, altri 10 dedicateli ad asciugare la pelle, senza strofinare. Infine avvolgetevi in una spugna calda e sdraiatevi per un quarto d’ora, in silenzio e a occhi chiusi.

UN BAGNO CALDO PER OGNI PROBLEMA

Bagno disinfiammante
Aggiungere all’acqua della vasca qualche goccia di foglia di timo

Bagno fortificante
Aggiungere all’acqua della vasca qualche goccia di essenza di timo

Bagno ammorbidente
Immergetevi nell’ acqua, insaponatevi con un sapone delicato, uscite e asciugatevi sommariamente. Ungetevi quindi il corpo con olio di mandorla. Ritornate nella vasca e lavatevi come di consueto ma solo con acqua.

Bagno deodorante
Aggiungete all’ acqua un decotto di erba di salvia (un ciuffo di foglie bollite cinque minuti in mezzo litro d’acqua).

Un bagno caldo per rilassarsi
Portate la temperatura della stanza da bagno a circa 26 gradi, l’acqua della vasca a 36-38 gradi centigradi e riempirla di alghe marine o oli essenziali di lavanda, rosa o mughetto. Abbassare le luce, accendere qualche candela profumata e un bastoncino di incenso. La somma di stimoli termici ed olfattivi produce nel cervello un aumento delle endorfine, che donano benessere ed aiutano la mente ad arrivare ad uno stato di calma assoluta.

Acqua calda ed erbe
Aggiungendo un decotto di fiori di fieno all’acqua del bagno, i pori della pelle si aprono e si facilita l’eliminazione delle tossine, donando alla pelle un aspetto più luminoso.
Contro le tossine e per asciugare il fisico, basta aggiungere un chilo di sale all’acqua della vasca e frizionare il corpo con un guanto di crine.
Unendo all’acqua un infuso di pino e pigne di abete si ha un effetto rinvigorente e si attenuano eventuali disturbi renali.
Con un infuso di camomilla si ottiene invece un bagno rilassante, mentre aggiungendo due gocce di olio essenziale di maggiorana si contribuisce ad attenuare lo stress.

L’ORA GIUSTA PER FARE UN BAGNO
Lo si può fare in qualsiasi ora della giornata, ma fatto in certe ore può diventare un tocca sana per risolvere alcuni problemi.
Ad esempio fare un bagno caldo alla sera (se si può prima di andare a letto) rilassa e predispone al sonno ed è l’ideale per chi ha problemi di insonnia e fa fatica ad addormentarsi.
Un bagno quasi freddo o tiepido al mattino è consigliabile per chi stenta a svegliarsi.

Mattutino: quando il bagno dà la giusta carica.
Ritagliati 15 minuti la mattina per un bagno energizzante. Riempi la vasca di acqua tiepida e miscela gli oli essenziali di rosmarino, lavanda e eucalipto, vere sferzate di energia. Ottimo anche il bagno con il solo olio essenziale di pino, portentoso come prevenzione contro le malattie da raffreddamento.

Pomeridiano: addolcisce pelle e umore.
Ci sono i bagni emollienti preparati con petali di rosa, amido di riso, farina di mandorle, fiori di sambuco e una scorza di limone. Si pone il tutto nel solito sacchetto di garza e si mette in “infusione” nell’acqua calda 10 minuti prima di immergersi.
Per un effetto decongestionante si consigliano i bagni ai semi di lino e come antiprurito, riposante e decongestionante è ideale il bagno all’aceto di mele.

Serale: scioglie muscoli e stress.
Il tuo bagno rilassante sarà profumato al sandalo e all’olio di rosa.
I bagni antistress si possono preparare anche con i fiori di camomilla, castagne d’India essiccate, oppure con i fiori di acacia.

Silvia Trevaini

Newsmediaset

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

2 risposte a “Diamoci la carica con un bagno caldo alle erbe e fiori

  1. Leggendo questo splendido articolo mi è venuta voglia di provare questo bagno, certo oggi fare un bagno rilassante è quasi un’utopia visto i ritmi che sosteniamo quotidianamente, ma sono sicuro che questo consiglio mi aiuterà a ricaricare le batterie. Grazieeeeeeeeee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *