“Ritocchini” in vista della prova costume: parla il chirurgo estetico

A luglio il sole fa sentire tutta la sua energia e arroventa l’aria. È il periodo dell’anno caratterizzato da un’apparente stasi: tutta la natura sembra paralizzarsi sotto la cappa del caldo afoso. Anche il nostro organismo subisce gli effetti delle temperature elevate. Questo provoca il tipico gonfiore alle gambe che si accentua nel periodo estivo. Luglio è il mese giusto per risvegliare il sistema circolatorio, drenare tutte le scorie sbloccando così le ritenzioni, cattiva circolazione venosa e linfatica; alterazioni che portano alla comparsa della cellulite. In vista della prova costume ho chiesto al Dottor Giacomo Urtis, , specialista in medicina estetica, quali siano i trattamenti ideali da fare in questo periodo per combattere questo inestetismo che colpisce sia le donne magre sia quelle grasse. Ecco cosa ci ha raccontato…

Il dottor Giacomo Urtis

Come si può intervenire sulla cellulite in campo medico?
La medicina estetica e chirurgica oggi giorno è in grado di prevenire, nei casi in cui non si è ancora manifestata ed eliminare li dove è già presente.

La tecnica ad oggi più diffusa è la liposuzione (conosciuta anche come liposcultura o lipoaspirazione), avviene in sala operatoria, in anestesia locale o generale e consiste nell’aspirazione tramite delle micro cannule, del grasso in eccesso che si accumula nelle varie parti del corpo.

Successivamente, molto in voga da un paio di anni, si associa il lipofilling: ovvero il grasso prelevato durante l’intervento, dopo accurati trattamenti, può essere riutilizzato come riempitivo di zone del corpo (zigomi, labbra) che hanno perso di tonicità nel corso degli anni, dando un effetto naturale e duraturo.

Un ottimo risultato è ottenuto dalla cavitazione medica, che con l’utilizzo di laser localizzati a bassa frequenza ( si sconsigliano i macchinari ad alta frequenza dei centri estetici) arrivano a stimolare ed eliminare il grasso sottocutaneo. La seduta avviene ambulatorialmente per un minimo di 5 ad un massimo di 15 ogni settimana e ha durata di un’ora.

Cosa ne pensa della mesoterapia?
Da diversi anni la mesoterapia è un buon rimedio contro la lotta alla cellulite, restando una tecnica non invasiva ed eseguibile in ambulatorio dal proprio medico estetico. La mesoterapia è l’iniezione intradermica di alcuni farmaci che facilitano l’eliminazione dei liquidi in eccesso e aiuta la tonicità ed elasticità della cute.
Ricordiamo che nessuno è immune da smagliature e cellulite e che ci sono tecniche per tutte le tasche, ma una buona alimentazione fatta di verdure, frutta, attività fisica e massaggi linfodrenanti associati al quotidiano uso di creme specifiche, rallentano notevolmente la manifestazione della nemica delle donne.

Quali sono i trattamenti più richiesti in vista della prova costume?
Le tecnologie che sono in commercio sono sempre più all’avanguardia per correggere eventuali inestetismi.
Il 2012 è l’anno del macrolane riempitivo, per rendere più tonici seno e glutei (fino al raggiungimento di una taglia in più), dell’ossigeno terapia per rassodare e levigare le rughe del volto.

Poi ci sono i trattamenti dermoceutici specifici per rendere la pelle più luminosa e idratata, ideali nel preparare il derma ad un’abbronzatura perfetta nel tempo.

Si consiglia, dal proprio medico estetico, 15/20 giorni prima di esporsi ai raggi solari, di sottoporsi ad un trattamento di peeling medico, efficacissimo a rigenerare lo stato superficiale della pelle, eliminare le cellule morte e purificare i pori dilatati ed eccessi di sebo.

Si può integrare il tutto con periodiche iniezioni di botox e filler che come si sa nel primo caso servono a distendere le rughe frontali e del contorno occhi, nel secondo caso a ridare vigore a zigomi, labbra e ai solchi del naso.

Silvia Trevaini

Newsmediaset

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Una risposta a ““Ritocchini” in vista della prova costume: parla il chirurgo estetico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *