Macedonie e pinzimoni anti cuscinetti

 

Ricchi di enzimi, sali e vitamine, gli ortaggi e i frutti estivi idratano, rinfrescano e  ti riforniscono di antiossidanti: sostanze preziose per vincere il caldo e diluire le tossine che si trasformano in ritenzione e cellulite.

 

In estate la circolazione delle gambe viene messa a dura prova dal costante aumento della temperatura, specie in presenza di un alto tenore di umidità. Di conseguenza si creano ristagni e congestione a livello della parte inferiore del corpo, si accusano stanchezza, dolori ai piedi, caviglie e gambe pesanti e si forma la ritenzione, “terreno” ideale su cui la cellulite si sviluppa.

 

La dieta “cruda” che vince i ristagni

Il Fuoco estivo in eccesso si combatte soprattutto con un’alimentazione in grado di controbilanciare gli effetti del clima. E di riattivare i processi di drenaggio.

 

Insalata amara e pinzimonio neutralizzano liquidi e caldo

Per la medicina cinese, il sapore in grado di raffreddare e di controllare il Fuoco estivo è l’amaro: rinfresca e drena anche l’umidità, spingendola in basso verso la vescica per eliminarla attraverso l’urina. A luglio, quindi, inizia sempre il pasto con un’insalata mista con cicoria, tarassaco, radicchio o un pinzimonio di finocchi, cetrioli e pomodori. Il tutto va condito con olio d’oliva, che lubrifica l’intestino e alleggerisce il lavoro del circolo.

 

Tisane fresche, diuretiche e digeribili

A luglio meglio scegliere bevande a temperatura ambiente. Un caffè leggero non fa male d’estate ma si può sostituire con un infuso di timo o con la verbena, rinfrescante. Anche l’infuso di rosa canina, per il suo contenuto in acido silicilico, stimola la diuresi e svolge un’azione rinfrescante; gli infusi vanno bevuti freschi ma non gelati, non superare le due tazze al giorno.

 

Dopo la spiaggia hai le gambe gonfie? Prova le frizioni all’aceto di mele

La mela e i suoi derivati entrano nella composizione di efficaci ricette rassodanti, idratanti, tonificanti e vitaminizzanti. L’aceto di mele, in particolare, riattiva la circolazione e promuove il ricambio cellulare, rende più elastici i tessuti e leviga la cute fiaccata dalle lunghe esposizioni al sole. Usalo per delle frizioni ogni volta che torni dalla spiaggia.

Come fare. Massaggia per un paio di minuti gambe, ginocchia, cosce e glutei con un guanto di spugna intriso di aceto di mele. Lascia asciugare l’aceto sulla pelle e poi  risciacquati con una doccia tiepida.

 

Impacco al tè verde

Sono ormai note le proprietà antiossidanti del tè verde: ricchissimo di polifenoli e flavonoidi, combatte lo stress ossidativo a livello delle pareti dei vasi, proteggendoli dall’invecchiamento. Inoltre, per il suo contenuto in catechine, il tè verde riduce l’assimilazione dei grassi dagli alimenti e favorisce il processo di riassorbimento dei ristagni.

 

Come utilizzarlo

Prendine tutte le mattine una tazza, in sostituzione del caffè, e bevilo nell’arco della giornata, al posto delle bibite. Inoltre, preparane un litro molto ristretto, imbevi della garze di cotone e applicale per mezz’ora sulle zone edematose (cosce, gambe, glutei): sdraiati e lascia in posa 20-30 minuti, quindi risciacquati con una doccia tiepida.

 

Lo scrub di albicocche e miele

Per agire in modo mirato sugli accumuli di cellulite localizzati, prepara questo scrub alla frutta ideale per stimolare la circolazione periferica. Fai così. Versa in una ciotola un cucchiaio di sale fino grigio integrale,  la polpa di due albicocche, aggiungi un cucchiaino di miele liquido, un cucchiaino di mandorle grattugiate, 5 gocce di olio essenziale di lavanda e poca acqua, per umidificare il tutto.

 

Come applicarlo

Entra nella vasca e – restando in piedi – passa sulle cosce e sui glutei il getto della doccia. Prendi un po’ di preparato e frizionalo sulla pelle bagnata, con movimenti circolari, dove si accumulano i cuscinetti. Asporta infine lo scrub con acqua tiepida.  Applica poi un po’ di olio alla betulla, per potenziare l’effetto anticellulite.

 

Se vuoi saperne di più visita le sezioni BellezzaSos salute Erbe e fitoterapia,Oli essenzialiCibo e Mangiare sano su Riza.it

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Una risposta a “Macedonie e pinzimoni anti cuscinetti

  1. Signori basta con le pubblicità con troppa magrezza mostrata in maniera ossessiva,dobbiamo insegnare ai giovani a mangiare sano e facendo attività, anche una bella passeggiata alla sera quando si può e il tempo lo permette ovvio. Poi trovando un equilibro tra corpo e mente sempre seguiti da persone competenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *