Denti così belli che sembrano naturali, tutto merito dell’implantologia

Dott. Malvini


L’implantologa dentale è una metodica odontoiatrica che permette la sostituzione di uno o più denti mancanti tramite l’inserzione nell’osso dei mascellari di una radice artificiale in titanio, altamente biocompatibile, detta: impianto dentale endosseo. L’impianto dentale è quindi un sostituto artificiale della radice del dente. L’implantologia praticata nella grande maggioranza degli studi odontoiatrici è detta “implantologia osteointegrata”. La brillante intuizione dell’osteointegrazione del titanio, cioè della sua possibilità di favorire l’attacco biologico del tessuto osseo intorno a sé, ha iniziato l’epoca della nuova “implantologia dentale osteointegrata”. Noi siamo stati nello studio  Dentistico ARS MEDICA DENTISTICA a Monza, e insieme al dottore Mauro Malvini abbiamo voluto rispondere alle più comuni domande su questo tipo di terapia, ormai sempre più diffusa.

Dottor Malvini qual è lo scopo dell’implantologia?

L’implantologia dentale si propone di ripristinare le funzioni dell’apparato masticatorio:

1.estetica: il sorriso,

2.fonetica: il poter parlare convenientemente,

3.masticazione: il poter masticare i cibi per una corretta digestione e alimentazione.

L’implantologia è una metodica affidabile?

Non è solo il materiale dell’impianto (titanio) che è necessario per l’osteointegrazione, ma tutto il protocollo di trattamento della superficie del titanio e la tecnica di inserzione. La superficie deve essere decontaminata con tecniche particolari, sterilizzata, e l’impianto conservato in contenitori ermetici e inserito nel tessuto osseo rispettando un protocollo ben codificato, atto a fornire la stabilità primaria dell’impianto e a non alterare le caratteristiche biologiche dell’osso ricevente. Una volta inserito, l’impianto deve stare in assenza di carico per un periodo da 2 a 4 mesi a seconda delle caratteristiche di densità dell’osso. Questa procedura protocollata ha permesso l’affermarsi in tutto il mondo dell’implantologia osteointegrata con risultati di successo che vanno oltre il 90%.

Perché oggi parliamo di carico immediato in osteointegrazione se normalmente l’impianto deve stare senza carico per due/quattro mesi?

Oggi parliamo di carico immediato in osteointegrazione perché possiamo metterlo in atto solo in situazioni ben protocollate che garantiscano la stabilità dell’impianto e quindi l’assenza dei micromovimenti che portano alla non integrazione dell’impianto stesso.

È dolorosa l’inserzione dell’impianto nell’osso dei mascellari?

L’inserzione dell’impianto nel tessuto osseo dei mascellari non è dolorosa in quanto l’osso, a differenza del dente, non è innervato. Per eseguire l’intervento senza dolore è sufficiente un’anestesia locale.

Si può eseguire l’intervento in anestesia generale o in sedazione profonda?

L’anestesia generale è una procedura non esente da rischi ed è da riservare solo ai grandi interventi di chirurgia maxillo-facciale. La sedo analgesia, sedazione profonda , prevede l’infusione in vena di farmaci ansiolitici (benzodiazepine) che tolgono al paziente l’ansia e lo stress dell’intervento. La tecnica della sedoanalgesia o sedazione profonda, è eseguita nel nostro studio dentistico da un anestesista specialista, che esegue anche il monitoraggio del paziente.

In cosa consiste l’intervento? E cosa accade dopo?

L’intervento di inserzione dell’impianto, in parole povere, consiste nel fare un foro nell’osso con una fresa per inserire l’impianto stesso. Il foro deve essere preciso per dare stabilità all’impianto e deve rispettare altri requisiti previsti dal protocollo.  In realtà i problemi che deve affrontare l’implantologo sono diversi:

1.valutazione dello stato di salute del paziente: nel mio studio, faccio eseguire un check-up pre-chirurgia implantare;

2.valutazione della quantità e qualità ossea: cioè, se l’osso presente è atto a ricevere l’impianto dentale;

3.scelta della misura dell’impianto.

Occorre quindi una radiografia panoramica delle arcate dentali e in certi casi una TAC (Dental-Scan). Bisogna illustrare al paziente il progetto implantare e protesico, parlare di soluzioni alternative (ponti fissi o rimovibili, protesi mobili complete). Il paziente, correttamente informato sui pro e contro delle soluzioni proposte, deve firmare il “Consenso Informato” per autorizzare l’implantologo ad effettuare le procedure atte a fornirgli il progetto implanto-protesico proposto e da lui scelto.  Dopo l’intervento occorre seguire delle norme che vengono illustrate e fornite per iscritto dallo studio.

Si può eseguire l’intervento senza sollevare il lembo, cioè separare la gengiva dall’osso?

La tecnica flapless: prevede di inserire l’impianto con un foro nella gengiva e nell’osso, senza incidere la gengiva con il bisturi e scollare il lembo gengivale dall’osso sottostante. È una procedura più semplice e veloce, non richiede i punti di sutura e dà quindi scarsi postumi post operatori: gonfiore e colorazione della cute. È praticabile a patto di essere sicuri degli spessori del tessuto osseo sotto la gengiva. Quasi sempre è necessaria una TAC della zona dell’intervento per valutare le dimensioni del tessuto osseo: altezza e spessore.

Cosa si può fare quando “manca” osso per l’inserimento di impianti dentali?

Non sempre ci sono le condizioni ottimali per inserire un impianto dentale e per usare la tecnica flapless. Oggi esistono tecniche per la rigenerazione guidata dell’osso (GBR), per gli innesti di osso, per il rialzo del seno mascellare; ovviamente sono tecniche di chirurgia implantare avanzata che richiedono un intervento con tecnica a lembo aperto.

Quanto durano gli impianti dentali?

Il successo non è sempre del 100%, perché siamo in un ambiente biologico, il nostro organismo; la vite implantare inserita nell’osso non è una vite inserita in un pezzo di acciaio. La variabilità biologica, il metabolismo osseo, il tabacco, malattie come il diabete, sono i principali fattori che condizionano la riuscita dell’impianto dentale. Oggi abbiamo documentato casi di pazienti che hanno in bocca impianti osteointegrati da oltre 35 anni.

Qual è il costo di implantologia?

Il costo in implantologia è variabile, in Italia la spesa media per la mancanza di un solo dente è di € 1.000,00-1.800,00 . Invece per riavere tutti i denti fissi in ceramica ad un’arcata completamente dentula (senza denti) . Le cifre oscillano tra € 10.000,00-18.000,00 .

 

Silvia Trevaini

Videonews

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

26 risposte a “Denti così belli che sembrano naturali, tutto merito dell’implantologia

  1. Buongiorno, sono una “veterana” dell’implantologia, e dopo 3 interventi sono punto e a capo, purtroppo non posso più farli in quanto non ho osso.
    Vorrei sapere, se possibile, dove ha lo studio il dr. Malvini.
    Grazie

  2. Vorrei gentilmente maggiori informazioni sulla rigenerazione ossea,da chi viene praticata,i costi,le probabilità di successo,se comporta particolari sofferenze.grazie

  3. Ciao Stefano, per rispondere a queste domande specifiche ti consiglio di rivolgerti direttamnete ad un medico specialista o al dottore Malvini. Puoi chiamare lo 0392308662

  4. Ciao Livio, prima di tutto il tuo diabete deve essere compensato. In questo caso puoi eseguire l’operazione. Sarà poi il medico a seguire il protocollo idoneo a persone diabetiche. Per ulteriori informazioni puoi chiamare il dentista Mauro Malvini allo 039 2308662.

  5. Sempre a Livoio volevo specificare che se io diabete è compensato è possibile eseguire l’intervento, il paziente deve quindi effettuare un controllo glicemico e assumere l’antibiotico prima del trattamento chirurgico”

  6. Dopo aver girovagato tra tanti medici dentisti,purtroppo senza risultato, mi sono rivolto al Dott.Mauro Malvini che dopo una tac completa,mi ha sistemato con l’implantologia tutti i denti.Sono rimasto molto soddisfatto,ora posso ridere mangiare e masticare di tutto. Avevo tanta paura ma grazie al Dott.Malvini,non ho sentito assolutamente niente.Ringrazio di cuore il Dott.Malvini per la sua bravura e la sua pazienza.Grazie grazie grazie.

  7. Gent.mo dott. Malvini
    ho bisogno di capire quale scelta è più ‘idonea per la mia situazione: ho un canino superiore che non è mai sceso; il mio canino da latte, negli anni si è sgretolato e da diversi anni ormai ho un dente “provvisorio” con ganci. Non voglio fare un intervento per togliere il canino dal palato. Un dentista mi ha consigliato un mezzo ponte mentre un altro mi ha consigliato l’impianto. Sarei propensa a fare un impianto ma il mio timore è che si possa arrivare a toccare il canino; il dentista ha misurato l’altezza e mi ha detto che esistono impianti da 7 millimetri e, essendoci uno spazio di 8 millimetri prima di arrivare al canino, si potrebbe fare senza problemi. Lei cosa ne pensa?
    grazie

  8. Barbara, ohibò, quello che hai detto, ovvero le due non-soluzioni che ti hanno proposto i due diversi dentisti, mi ha fatto venire la pella d’oca. se ho capito bene, tu hai dentro il palato il canino che, non essendo sbucato fuori regolarmente, un dentista ti ha consigliato di “sostituirlo” ugualmente (altro termine improprio perchè il tuo rimarrebbe nel palato) con un impianto, e l’altro dentista di sostituirlo con un ponte. Quando ero giovane, più di 20 anni fa, avevo esattamente il tuo problema: il canino non era venuto fuori da solo, ma esisteva eccome, era solo in una posizione sbagliata. era occluso nel palato, per giunta in posizione quasi orizzontale. il dentista mi ha “semplicemente” (nel senso che è stata la soluzione più logica e diretta, ora non voglio dire che sia stata una passeggiata di piacere) inciso il palato, e, grazie a un apparecchio, l’ortodontista ha agganciato il canino, e nel giro di alcuni mesi esso era sceso nella posizione corretta, completamente raddrizzato. tu invece, se ho capito bene, vorresti tenerti il dente nel palato e ficcarti ugualmente nell’osso un impianto, con rischio che qualcosa vada storto, anzi sembri confidare in quel miracoloso 1 mm che secondo te ti salverebbe da casini inimmaginabili. stiamo parlando di 1 misero millimetro, non vorrei essere nei panni del povero dentista, e soprattutto nei tuoi, se è questa la tua scelta. perchè non fare invece la cosa più logica, cioè far scendere il dente che non è sceso, con normali metodi ortodontici? so bene che l’apparecchio può essere una gran seccatura, eppure sarebbe il risultato più naturale e dopotutto meno invasivo. avresti finalmente il TUO dente invece di uno finto. hai convissuto con la situazione senza risolverla, hai portato un dente provvisorio per anni… non vedo perchè voler fare improvvisamente le cose di fretta; ma se proprio non puoi aspettare, allora non vedo perchè tenersi due canini al posto di uno, cioè la cosa più logica suppongo che sia estrarre il canino rimasto nel palato, prima di piantarcene un altro. tempo al tempo, no? (in tal caso, non ho capito se sono i dentisti o tu a cercare di evitare l’estrazione).

  9. La paura del dolore rispetto all’implantologia mi mette molta ansia. Se è vero che oggi si parla di sedazione cosciente, l’idea di fare un impianto dentale mi provoca una paura del dolore molto forte che non so gestire, anche se so bene che una cosa è la paura del dolore, un’altra è il dolore. Dovrei concentrarmi di più a pensare alle cose che esistono in quanto presenti, rispetto a quelle che non esistono perché appartenenti al passato o al futuro. Chissà se un dentista può seguirmi anche in questo ragionamento…

  10. Volevo chiedere un informazione per me molto importante sono preocupata perche l’anno scorso nel mese di agosto
    Mi sono sottoposta a un implantologia dentale in Albania mi hanno inserito le viti
    nell osso e fin qua tutto bene il problema e che non sono ancora andata a mettere i denti causa
    Gravidanza ma il chirurgo dell’Albania
    dice che dovrei recarmi subito li per metterli perché se no sono da togliere.
    le mie domande sono se…
    e vero che mi conviene andare subito a metterli?
    o lui vuole farmi andare li perché ha bisogno di soldi e mi dice questo per farmi premura? ..Quindi posso aspettare e mettetli il prossimo anno perche io partorisco fine novembre 2014 e quindi a me converrebbe metterli l’estate. ….
    ho mi conviene partire adesso non succede niente se sono incinta?
    Spero di averle fatto capire il mio problema. …
    aspetto una sua risposta..grazie…mille..
    .

  11. Ciao Sabrina, il costo di un singolo impianto si aggira intorno ai 1000,00 Euro.
    Ci possono essere però alcune variabili per poterlo inserire (necessità di aumentare il volume dell’osso, applicazione di membrane per rigenerare i tessuti molli) che potrebbero aumentarne il costo.

  12. Cara Barbara se il canino è in posizione orizzontale il trattamento d’elezione è l’estrazione del dente incluso e la sua sostituzione con un impianto andando a rigenerare l’osso (nella maggior parte dei casi è possibile eseguire tutto in un unico intervento).
    Se invece il canino, pur in inclusione, è in posizione verticale il miglior trattamento è l’ortodonzia. Naturalmente per poter decidere quale terapia effettuare è necessario eseguire il dentascan (TC arcate dentarie) ed un esame clinico.

  13. Ciao Paolillo, le tecniche di sedazione negli ultimi anni sono molto raffinate. I farmaci utilizzati sono scelti dall’anestesista in base alle esigenze del paziente.
    Si possono utilizzare farmaci che riducono solo l’ansia o farmaci che riescono a sedare il paziente, tanto che lo stesso paziente vive il momento dell’intervento un’esperienza addirittura piacevole

  14. Ciao Stefy, se gli impianti sono posizionati correttamente può posticipare l’inserimento delle capsule per l’anno prossimo.

  15. Salve dottore ho un problema con i denti.due anni fa ho dovuto sostituire un dente mancante e quindi mi è stato fatto un ponte. Adesso i denti che sono stati rimpiccioliti per mettere il ponte hanno preso infezione e le gengive sono tutte tutte gonfie e infiammate.ho dovuto rimuovere il ponte da un altro dentista perché lcolui che aveva operato su dì me ha fatto un lavoro pessimo. Volevo sapere cosa potrei fare perché altri dentisti mi hanno consigliato di fare un impiantologia.io ho 19 anni na si potrebbe fare l impiantologia. Su di me?

  16. Salve dottore, sono un ragazzo di 22 anni, il mio problema consiste nell’accavallamento di un incisivo centrale sull’altro aggiunto ad una leggera asimmetria mandibolare, mi chiedevo come è possibile risolvere entrambi questi problemi e quanto orientativamente potrebbero costare. La ringrazio in anticipo.

  17. buongiorno dottore,mancandomi due denti ho avuto due preventivi l’impianto dei medesimi con importi completamente differentiuno per euro 2700,00 altro per euro 5600,00,ora non so quale dei due sia attendibile sia per la qualità che durata.il preventivo più caro nei costi ha inserito lembo di accesso,impianto,vite+moncone,pilastro e corona,puo esprimere una sua valutazione grazie

  18. Mi sono sottoposta ad intervento di implantologia per la riabilitazione di tutta la bocca poichè avevo denti che si cariavano solo a guardarli.
    Ecco la mia esperienza: 21 estrazioni (di radici rovinate), 5 impianti sotto e cinqhe sopra, due arcate complete di 12 denti ciascuna con gengiva finta poichè la mia si era ritirata troppo.
    Tutto fatto in 3 giorni in ITALIA a Milano. Prezzo pagato 18.000 euro (interamente fatturato). Solo il primo giorno, dopo le estrazioni, ho sentito un po di dolore ed ho preso un antidolorifico e sono andata a dormire.
    Oggi mi sento un’altra.
    Ho scritto questa testimonianza poichè potrebbe essere utile a chi è indeciso.
    In bocca al lupo a tutti 🙂

  19. Mi mancano 3 denti molari. Vorrei fare un’impiantologia, ma pensando al”estetica. vorrei aggiungere delle faccette tra canino e canino : 6 Bell”arcata su, 6 giù. Quale si fa per prima : impianto o faccette..E per quest’ultime , consiglia di devitalizzare i denti? Grazie dottore

  20. Ho due canini da latte uno quasi completamente cariato. Nel palato ho i miei canini definitivi direzionati verso i denti incisivi centrali.Facendo varie valutazioni con l’ortodonzista mi hanno detto che con l’apparecchio non e’ certo che scendano e la soluzione piu’ risolutiva sarebbe togliere i denti dal palato e mettere due impianti. A me fa paura l’intervento in piu’ vorrei sapere di quel righino nero che si vede in giro a quelle persone che hanno gli impianti che e’ antiestetico.Cosa mi consiglia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *