Quattro passi contro…la cellulite!

 

Sembrerà strano, ma anche le semplici passeggiate possono essere utili per drenare liquidi e adipe: ancora più efficaci se abbinate a impacchi al cioccolato e un pizzico di zafferano…

 

I benefici del camminare sono numerosi e riconosciuti: la passeggiata praticata quotidianamente aumenta la resistenza del cuore e l’ossigenazione dei tessuti, migliora la pompa muscolare nelle gambe facilitando il ritorno venoso e contrastando l’insorgenza di disturbi circolatori, tonifica i muscoli e aiuta a smaltire i depositi di grasso, rimodellando la figura; inoltre camminando si  “lubrificano” le articolazioni, mantenendole in efficienza e prevenendo l’osteoporosi. Anche se è ancora inverno, proviamo a riscoprire questa attività semplice ma efficace per ritrovare il benessere generale e alleggerire glutei e gambe.

 

C’è camminata e camminata…

Per prevenire e contrastare la cellulite, occorre camminare in modo “sensibile” e consapevole, senza appoggiare il tallone per primo al suolo. Quella che vi proponiamo è una sorta di meditazione in movimento, una “camminata zen” simile a quella diffusa nei monasteri buddhisti, dove i monaci imparano a camminare ogni giorno prestando attenzione a ogni passo.

 

Ecco come fare

– Per prima cosa, sciogliete i piedi e le caviglie: ponetevi alternativamente su una gamba e fate “dondolare” il piede della gamba flessa. Quindi cambiate gamba un paio di volte. Se perdete l’equilibrio, cercate un sostegno.

– Adesso “marciate” sul posto per qualche minuto: questo può avvenire posando prima la punta, quindi scaricando il peso del corpo gradualmente sul resto del piede. Cercate di percepire il contatto della pelle del piede sul terreno.

– Ora fate un passo nelle diverse direzioni: di lato, indietro, diagonalmente in avanti, verso destra e sinistra. Eseguite i passi lentamente, prestando attenzione alle vostre sensazioni, mantenendo il resto del corpo sciolto (soprattutto spalle, braccia e colonna lombare), le ginocchia elastiche e la respirazione rilassata.

–  Provate infine a camminare lentamente avanti e indietro, sempre in modo che il peso del corpo si scarichi prima sulle punte e poi sul resto del piede. Il risultato deve essere una camminata “danzante”: se ci fate caso quando balliamo non ci muoviamo mai “cadendo” sui talloni, ma atterrando con leggerezza prima sulle punte.

 

I vantaggi della passeggiata consapevole

Imparando a camminare in modo consapevole, si ottengono numerosi vantaggi: prima di tutto, il miglioramento della circolazione con l’attivazione della pompa muscolare del piede, la tonificazione dei tessuti e il drenaggio dei ristagni. Inoltre, si stimola la sincronizzazione degli emisferi cerebrali favorendo rilassamento e ricarica energetica.

 

Più toniche con il cioccolato

Che faccia bene all’umore si sa, alla dieta un po’ meno. Ma che abbia anche virtù cosmetiche, è una notizia recente. Il cioccolato fondente usato come impacco aiuta a drenare i liquidi, favorisce lo smaltimento dei grassi di deposito, dona compattezza alla pelle e la rende vellutata.

Come preparare l’impacco: sciogliete sul fuoco una tavoletta di cioccolato fondente, aggiungete due cucchiai di caffè (bevanda), un cucchiaino di caffè (in polvere) e un cucchiaio di miele e 4 gocce di olio essenziale di ginepro. Applicate il composto ancora caldo (ma non eccessivamente) con un pennello  sulle cosce e lasciate agire per una ventina di minuti. Risciacquate quindi con acqua tiepida strofinando delicatamente con movimenti circolari.

 

Zafferano, l’oro vegetale che ossigena i tessuti

Lo zafferano è un potente antiossidante naturale, che è stato utilizzato dai tempi più antichi anche a scopi terapeutici. Il suo contenuto in carotenoidi prontamente disponibili per l’organismo è notevole e gli effetti del suo consumo per la salute sono molteplici: i carotenoidi ossigenano il sangue, stimolano il sistema immunitario, aumentano la concentrazione, aiutano il fegato e la digestione. Questa preziosa polverina, oltre che per insaporire il classico risotto, può essere riscoperta anche come “medicina”, da usare di tanto in tanto in alternanza con altri integratori e vitamine per potenziare le difese.

Proviamo la cura tonificante a base di zafferano per un mese ad ogni cambio di stagione. Sciogliamo ogni giorno per un mese un pizzico di zafferano in un po’ di acqua tiepida e beviamolo la mattina a digiuno. La stessa bevanda si prepara lasciando a macerare per 10 minuti in mezzo bicchiere d’acqua calda 2-3 stimmi essicati. In gravidanza e allattamento lo zafferano è ammesso solo per uso alimentare.

 

Se vuoi saperne di più visita le sezioni Mangiare sano, Cibo, DimagrireBellezza, Erbe e fitoterapia Oli essenziali su Riza.it

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Una risposta a “Quattro passi contro…la cellulite!

  1. Grazie mille per le preziose informazioni. Credo inoltre che sia fondamentale una buona azione depuratrice e drenante su organi fondamentali come fegato e reni che, se ben funzionanti e attivi, possono agevolare la rimozione di ormoni e tossine spesso localizzate a livello adiposo in cosce e fianchi della donna ginoide e che sono alla base di infiammazioni croniche che agevolano la cellulite e gli inestetismi femminili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *