La primavera ti spegne? Così ringiovanisci

Running woman. Outdoor Workout in a Park

In questo periodo ti senti senza forze, il tuo aspetto appare invecchiato, la pelle è “spenta” e priva di tono? I tuoi rimedi sono rame, thuja e fieno greco: ecco come assumerli. 

In primavera è facile sentirsi stanchi non solo a livello degli organi, ma anche per ciò che concerne i tessuti più esterni e di sostegno, come i muscoli e la pelle, che a maggio più che in altri mesi può apparire opaca, atonica, con qualche ruga e impurità di troppo. A livello corporeo si fa più fatica a muoversi, a sopportare sforzi prolungati e a spostare pesi. È questo il periodo in cui anche i capelli sono più deboli e tendono alla caduta, contribuendo a rendere il nostro aspetto meno gradevole.

 

Bisogna agire “dall’interno” con semi e sali

La debolezza organica spesso si manifesta fin dal mattino, sotto forma di una leggera pigrizia o desiderio di rimanere a letto per qualche minuto in più, mentre nel pomeriggio compaiono sonnolenza e desiderio di riposare. Per evitare che la situazione evolva verso una degenerazione tissutale più profonda, che acceleri il naturale processo di invecchiamento, occorre intervenire subito: non tanto con trattamenti “cosmetici”, ma dall’interno, utilizzando gli estratti naturali più ricchi di minerali e proteine, che riparano i tessuti danneggiati e stimolano la crescita di nuove cellule.

 

I granuli omeopatici ti fanno il lifting naturale

In tutti i casi di decadimento epidermico e muscolare, l’omeopatia consiglia soprattutto rimedi di drenaggio, i più utili per aiutare l’organismo a smaltire le tossine accumulate, principali responsabili dell’invecchiamento precoce. A questo scopo possono essere utili Sulfur e Thuja. Si assumono in granuli (tre granuli alla 9 CH una volta al giorno) per almeno un mese, sempre lontano dai pasti.

 

Associa gli oligoelementi…

Ai rimedi omeopatici si possono abbinare gli oligoelementi come il Manganese (ad azione antiossidante) e il Rame, in grado di rinforzare le difese (ma anche i capelli!) e di favorire un corretto funzionamento del tessuto cutaneo, nervoso e muscolare.

Come fare: la fiala di oligoelemento va tenuta per un minuto sotto la lingua prima di deglutirla.

Si consiglia di assumere gli oligoelementi a giorni alterni, per 4-6 settimane.

 

…e il fieno greco, che ristruttura e ringiovanisce

Una delle piante ricostituenti più complete e adatte in questi casi è il fieno greco. I semi di questa pianta sono dotati di spiccate proprietà stimolanti e toniche della pelle e del sistema neuromuscolare.

Come usarlo: il fieno greco si può assumere come estratto secco in capsule: 2 capsule 2 volte al giorno con acqua al momento dei pasti. In alternativa si può ricorrere alla tintura madre: 30 gocce tre volte al giorno in un bicchiere d’acqua prima dei pasti. 

 

Se vuoi saperne di più visita le sezioni Alimentazione, BellezzaBenessere e Dieta e Salute su Riza.it.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Una risposta a “La primavera ti spegne? Così ringiovanisci

  1. SONO AIUTI CHE VANNO BENE ANCHE PER I BAMBINI?? IO NE HO DUE CHE FANNO MOLTO SPORT E SONO MOLTO STANCHI UNO HA 9 ANNI E UNA 12
    GRAZIE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *