Il caldo indebolisce? Rinforza gli organi chiave

caldo
Nei casi di affaticamento psicofisico da arsura, che richiedono una stimolazione delle ghiandole surrenali, possiamo aiutarci con due essenze aggrumate molto efficaci: il petitgrain e la citronel
Il caldo estivo richiede all’organismo un adattamento costante ai notevoli incrementi dell’umidità dell’aria e della temperatura. Il corpo deve produrre molta energia e al contempo deve stare attento a non surriscaldarsi. Le ghiandole surrenali devono dunque mediare tra queste due esigenze e trovare il giusto dosaggio ormonale che permetta di mantenere questo fondamentale equilibrio. In certi giorni l’organismo è sottoposto a veri e propri “sbalzi” in questa richiesta e le surrenali devono avere la prontezza di rispondere immediatamente e in modo perfetto a tali variazioni. Per questo esse ora vanno aiutate, soprattutto se lo stress dei mesi precedenti ha già prodotto un forte logorio psicofisico.

Surrene scarico? Serve l’estratto d’arancio
Sotto il nome esotico di questo olio essenziale si nasconde l’arancio, dal quale si estraggono ben tre essenze: quella di arancio (dalla scorza dei frutti maturi), quella nota come neroli (dai fiori), e quella ricavata dai rametti, dalle foglie e dalla scorza dei piccoli frutti immaturi, da cui deriva il nome petit-grain (“piccoli grani”, in francese). Campo d’azione del petitgrain è il plesso surrenale, scrigno delle risorse energetiche dell’organismo che, sintetizzando ormoni come il cortisolo, l’aldosterone e l’adrenalina, regola la risposta allo stress mettendoci nelle condizioni per far fronte ad ogni evento. Quando la situazione di “allerta” si protrae troppo, possiamo ritrovarci cronicamente stanchi, tesi e incapaci di rilassarci. L’essenza di petitgrain, tonificante e calmante, restituisce energia ai vari distretti psicosomatici, dona chiarezza mentale, calma rabbia e frustrazione, restituisce la fiducia in se stessi e nelle proprie capacità, dissolvendo irritabilità, tristezza e delusione.

Le proprietà dell’olio di petitgrain
Quest’olio dal profumo agrumato è riequilibrante del sistema nervoso, rilassante, antispasmodico, antisettico. Ha anche proprietà antinfettive, antibatteriche, digestive, stimolanti, deodoranti,  e normalizza la secrezione sebacea di pelle e cuoio capelluto. L’olio di petitgrain usato per massaggi e bagni cura stress, affaticamento, insonnia, disturbi digestivi, stanchezza cronica e ipersudorazione.

Come utilizzarlo
Massaggio: versa 4 gocce d’olio di petitgrain in un cucchiaio d’olio di jojoba e massaggia in senso orario la zona del plesso solare, circa 4 dita sopra l’ombelico.
Bagno: sciogli 10 gocce di olio di petitgrain nell’acqua del bagno, a temperatura moderata e resta in immersione per circa una quindicina di minuti.

La citronella riduce fatica e glicemia
Il profumo fragrante della citronella è un compagno abituale delle sere d’estate, quando il fastidioso ronzio delle zanzare si fa sentire. Ma se tutti conoscono la sua capacità di tener lontani gli insetti, pochi sanno che questa umile graminacea originaria dell’India possiede molte altre virtù.  La citronella è un eccellente depuratore del sangue, contribuendo ad abbassarne il tasso glicemico, ed esercita un’efficace azione stimolante sul funzionamento degli organi metabolici, tra cui le ghiandole surrenali e il pancreas. Il suo aroma di limone induce calma, rilassamento e allontana lo sconforto depressivo che la psicosomatica riconosce come concausa scatenante alla base dell’iperglicemia.

Le proprietà della citronella
L’olio di citronella è antinfettivo, antisettico, tonico, stimolante, purificante del sangue, ipoglicemizzante, antireumatico. Agisce anche come antinfluenzale, antifatica, antidepressivo, antispastico, rinfrescante e digestivo.

Che cosa cura, come utilizzarla
L’olio di citronella sortisce buoni risultati su problemi digestivi, cefalea, iperglicemia, seborrea, ipersudorazione, affaticamento, depressione, infezioni polmonari e intestinali, crampi, morsi e punture d’insetti.  Per stimolare gli organi metabolici, è utile massaggiare ogni mattina due gocce di olio essenziale di citronella, diluito in un cucchiaino di olio base, posteriormente alla regione addominale, nella zona del pancreas.

Se vuoi saperne di più visita le sezioni BenessereErbe e FitoterapiaBellezzaIntegratori e Oli Essenziali su Riza.it.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *