Conosci il potere dei colori sulla tua pelle?

coloriL’effetto del colore sull’organismo non dipende solo dalla vista; anche gli strati superficiali della pelle sono molto ricettivi nei confronti della luce e della sua azione terapeutica: ad esempio rosso, rosa e arancione sono tinte “ricostituenti” che aiutano a regolare la pressione e rivitalizzano i tessuti…

Il colore è un elemento fondamentale nell’equilibrio generale della natura e del nostro organismo. Nel mondo vegetale, per esempio, i cicli delle stagioni sono scanditi dai mutamenti di colore: dal verde-germoglio della primavera, ai colori vivaci della frutta d’estate, alle tonalità calde dell’autunno, fino alle tinte brune dell’inverno; anche tra insetti, pesci, anfibi, rettili, uccelli e mammiferi i colori sono utilizzati come richiamo per l’accoppiamento e per mimetizzarsi.

L’energia cromatica ha effetti terapeutici
Dal punto di vista fisiologico, i colori possono essere divisi in base al loro effetto sull’uomo in colori caldi (rosso, arancione, giallo) e in colori freddi (azzurro, indaco, violetto). Il verde rappresenta il punto di equilibrio. Iniziamo qui a trattare i colori caldi, che aumentano l’attività muscolare, la pressione del sangue, la frequenza del respiro e il battito cardiaco. Per ogni tipo di colore indicheremo quindi i cibi, gli estratti di erbe e fiori, i minerali e gli oli essenziali dotati di una vibrazione cromatica curativa.

Rosso
Tra i vari colori, è quello che più di tutti simboleggia il calore, il flusso del sangue e la vita. È stato dimostrato che esporre il corpo a una luce rossa o metterlo a contatto con un tessuto di questo colore alza la pressione arteriosa, aumenta la frequenza cardiaca, stimola l’irrorazione sanguigna, l’attività nervosa e ghiandolare, i muscoli e gli organi della riproduzione. Per questo pareti o mobili di colore rosso sono consigliati nell’ingresso e (senza esagerare) nel soggiorno. Il rosso è il colore cui ricorrere in caso di stanchezza fisica e mentale, depressione, anemia, raffreddore e in convalescenza dopo malattie particolarmente debilitanti. Stimola la cicatrizzazione (una benda rossa sopra una ferita accelera la guarigione), serve nelle forme dolorose croniche a carico dell’apparato osteoarticolare.

La bevanda anti caldo
Se hai la pressione bassa e ti ritrovi spesso senza forze, soprattutto d’estate, prepara un infuso di carcadè o di tè rosso (rooibos) e frullalo con una tazza di ribes rosso e lamponi. È una bevanda da bere fresca, antiossidante e tonificante.

Le lenzuola”energetiche”
Soffri di anemia, di dolori e contratture? Il ciclo è irregolare o hai notato ultimamente un calo della libido? Abituati a dormire con lenzuola e coperte rosse, meglio se di un bel rosso cupo, che riarmonizzano il sistema neurovegetativo senza turbare il ritmo del sonno ed anzi: ti fanno riposare meglio.

Arancione
L’arancione unisce la luce del giallo con la forza del rosso. Regola l’attività respiratoria, stimola i processi assimilativi e l’appetito (è indicato in sala da pranzo), la funzione cardiaca e l’attività endocrina. Aiuta a rimettere in circolo l’energia che ristagna, per questo restituisce l’entusiasmo ed elimina la sonnolenza mattutina.

La maschera antietà alla papaia
Tra i frutti tropicali, la papaia è la più ricca di carotenoidi dal tipico colore arancio, che riattivano il collagene e attenuano le rughe. Frullane la polpa con un cucchiaino di olio di calendula e 2 gocce di olio di incenso, mescola e applica per 15 minuti su viso, colle e décolleté, poi sciacqua. Ripeti 2 volte alla settimana.

Il frullato rigenerante di mango
Per contrastare gli effetti debilitanti del caldo ma anche per risollevare le difese dopo una bronchite, frulla un mango con 3 albicocche e una fetta di melone, che sono una miniera di vitamine A, C ed E, ferro e fosforo. D’inverno, abbina il mango con succo d’arancia e carota e polpa di papaia.

Il rosa
Il colore-simbolo della rinascita è indicato per combattere la depressione e stimolare l’ottimismo. Il rosa è efficace per le cistiti e per il miglioramento dell’aspetto della pelle e, alternato all’arancione, si usa per gli inestetismi cutanei (rughe, invecchiamento precoce). Un cura cromoterapica col rosa è consigliata ai cambi di stagione, per adattare l’organismo ai nuovi ritmi climatici e metabolici. È un’ottima tinta per la camera da letto.

L’olio che cura rughe e varici
Procurati dell’olio essenziale di rosa damascena e usalo puro sul viso la sera (2-3 gocce), al posto della crema da notte. Alcune gocce di essenza possono anche essere diluite nell’acqua tiepida dei semicupi: alleviano il bruciore di cistiti ed emorroidi.

La merenda dissetante
D’estate, un ottimo rimedio ricostituente e rinfrescante di colore rosa si prepara frullando una fetta di anguria (senza semi), qualche ciliegia e un bicchiere di latte di mandorle. Si beve a merenda.

Il giallo
Adatto a chi soffre di sbalzi umorali, il giallo cura in particolare le affezioni del tratto digestivo come stitichezza, problemi epatici, gonfi ore addominale, digestione lenta, che migliorano quando la persona si espone, anche solo per 30 minuti al giorno, a una fonte di luce gialla. Ha un effetto purificante sulla pelle e stimola il sistema ghiandolare e linfatico. Inoltre sostiene l’attività cerebrale (prevalentemente l’emisfero sinistro del cervello, polo razionale) e favorisce la capacità di concentrazione e la volontà di apprendimento, ed è per questo indicato come tinta dominante negli uffici, nelle sale riunioni e nelle scuole, oltre che in cucina; alleggerisce il peso delle tensioni, stimola l’estroversione, le capacità di comunicazione e i rapporti interpersonali.

Il profumo antistress
Per sfruttare le vibrazioni curative del giallo, usa l’olio essenziale di benzoino (2 gocce sulle tempie aumentano memoria e concentrazione) o di bergamotto, che dissolve le tensioni. Puoi anche diluire queste essenze (5 gocce) nell’acqua di una bagno caldo, arricchito con un bicchiere di latte in cui avrai diluito una bustina di zafferano.

In insalata drena il fegato
Aggiungi alle insalate i fiori gialli di tarassaco e condiscile con un cucchiaino di olio di girasole, succo di limone e semi di sesamo: le insalate arricchite con il colore giallo sono un toccasana per il fegato, purificano la bile e alleggeriscono la digestione.

Se vuoi saperne di più visita le sezioni BellezzaBenessere e Mangiare Sano su Riza.it.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *