Scopri Oli e burri giusti per un seno tonico

tgcom
Con gli estratti di caoba, mimosa e Palmarosa il décolleté ritrova turgore ed elasticità: ecco come utilizzarli 

Arriva un momento, di solito intorno ai 50 anni, in cui, guardandoci allo specchio con una nuova camicetta un po’ scollata, scopriamo che il nostro décolleté appare improvvisamente invecchiato. Il colorito è opaco, sulla pelle sono comparse delle sottile strie verticali e anche il turgore all’attaccatura del seno non è più quello di prima. Cosa è successo? Quella del décolleté è una zona molto delicata ed esposta, proprio come il viso, ai danni dei raggi infrarossi, al sole intenso, al freddo, al vento e allo smog. Inoltre durante il sonno il peso del seno contribuisce a creare quelle antiestetiche rughe verticali, l’effetto yo-yo delle diete tende a “svuotare” i tessuti, e poi ci sono le gravidanze e gli allattamenti… certo, la “colpa” è anche e soprattutto degli anni che passano, ma una grossa responsabilità l’abbiamo noi stesse perché non ci prendiamo abbastanza cura di questa parte del nostro corpo. Per fortuna non è mai troppo tardi per cominciare: ecco che cosa possiamo fare ogni giorno sfruttando attraverso il massaggio gli estratti naturali nutrienti e “rimpolpanti”.

 

Perché ti rassoda

Il burro di caoba è estratto dal frutto di un albero della foresta amazzonica. I suoi acidi grassi polinsaturi favoriscono la sintesi dei ceramidi e dei fosfolipidi che conservano la cute compatta, mentre le vitamine A, E, C e D prevengono cedimenti e smagliature.

L’olio di palmarosa stimola l’idratazione il rinnovamento cellulare, mentre l’olio di mimosa antirughe e rassodante, è un’essenza femminile che apre il cuore e ha un’ottima azione rasserenante sulla mente e anche sulla pelle!

 

Preparazione

In 30 ml di burro di caoba, aggiungi 3 gocce di olio essenziale di Palmarosa e 3 gocce di olio essenziale di mimosa, amalgama fino a ottenere una crema omogenea, quindi riponi il prodotto in un barattolino con chiusura ermetica, che terrai in frigorifero per non più di 15 giorni.

Fai movimenti delicati e circolari

Inizia dal collo, massaggiandoti con carezze avvolgenti estese anche alla nuca e alle spalle; quindi scendi fino all’attaccatura del seno con frizioni dolci delle due mani alternate, e con i polpastrelli insisti con movimenti circolari nei solchi verticali al centro dello sterno. Fai questo trattamento tutte le sere per una settimana: vedrai un miglioramento tale che non ti farà rimpiangere il “piccolo sacrificio”

 

Se vuoi saperne di più visita le sezioni Oli Essenziali, e Bellezza e SOS Salute su Riza.it.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *