Rimodella le ginocchia, rilanci la silhouette

ginocchia

Se elimini i “rotolini” che si formano intorno alla rotula, puoi ridare leggerezza, armonia e slancio a tutta la figura: ecco come

In queste settimane, visto che l’aria frizzante di primavera spingerà ad alleggerire l’abbigliamento, ecco un ciclo di trattamenti snellenti rivolti a una parte del corpo che in inverno, forse, hai trascurato: le ginocchia. Se la maggior parte delle attenzioni sono generalmente riservate a cosce e polpacci, non bisogna dimenticare che proprio le ginocchia, se snelle e ben modellate, sono in grado di donare un aspetto più armonioso alla gamba e di conseguenza all’intera silhouette. E poiché le ginocchia sono spesso appesantite da un mix di adipe, ritenzione e cedimenti cutanei (dovuti a loro volta alla scarsa tonicità delle cosce, dovrai usare oli, essenze ed estratti che agendo in sinergia riescano a intaccare i depositi adiposi, riattivare la microcircolazione sanguigna e linfatica e rassodare i tessuti atonici. Ecco cosa fare.

 

Prima drenati con edera e ippocastano

A base di sale integrale (ricco di minerali snellenti), olio vegetale, nutriente, estratto d’edera (che rinforza i vasi, contrastando fragilità capillare e cellulite) e ippocastano (ricco di escina che stimola il drenaggio linfatico), il gommage può essere effettuato durante la doccia. Fai così. Mescola 3 cucchiai di sale marino integrale, un cucchiaio di olio di jojoba o mandorle dolci, un cucchiaino di estratto fluido di edera e 15 gocce di tintura madre di ippocastano. Usa la miscela per effettuare uno scrub, massaggiando con movimenti circolari le gambe e concentrandoti sull’area intorno alle ginocchia.

 

Poi con fucus e tè verde sciogli l’adipe e tonifichi i tessuti

Dopo lo scrub, rimossi tutti i residui di sale, procedi applicando l’olio arricchito con tè verde (ricco di catechina, bruciagrassi, e di principi attivi disintossicanti) e fucus (o quercia marina), un’alga azzurra che apporta sostanze che riattivano il microcircolo e incrementano la produzione di elastina e collagene, migliorando l’elasticità cutanea. Miscela un cucchiaio di olio di mandorle dolci, 1 cucchiaio di estratto fluido di fucus e 1-2 cucchiai di infuso concentrato di tè verde (preparalo lasciando un cucchiaio di tè verde in infusione in mezza tazza d’acqua calda per 10 minuti); usa una quantità adeguata della miscela per massaggiare ginocchia e polpacci, fino ad assorbimento.

 

L’argilla spazza via la cellulite

A base di argilla e arricchiti con essenze e alghe, i fanghi sono efficaci per migliorare lamicrocircolazione venosa e linfatica e ridurre i ristagni di tossine, attaccando così alla radice le cause della cellulite. Una volta a settimana fai precedere scrub e massaggio da un impacco di fanghi “fai da te” da applicare su cosce e ginocchia. Renderai più compatti i tessuti sovrastanti le ginocchia con un effetto “tensore” a beneficio dell’intera gamba. Fai così. Mescola 4 cucchiai di argilla verde, un cucchiaio di alghe in polvere e 5 gocce di essenza di cipresso; aggiungi al composto acqua tiepida fino a che non avrà assunto una consistenza mediamente fluida, e applicalo su cosce, ginocchia e retro delle ginocchia; avvolgi l’impacco con pellicola trasparente, tieni in posa mezz’ora e poi rimuovi con acqua tiepida.

 

Se vuoi saperne di più visita le sezioni BenessereErbe e Fitoterapia e Oli Essenziali su Riza.it.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *