Borse, rughe, occhiaie? Ecco cosa devi fare

attorno-occhi

Arrivano con l’età, con la stanchezza e con lo stress: la pelle delicata di quelle zone è la più soggetta a gonfiori e rughe: ma esistono trattamenti efficaci da mettere in campo…

Il contorno occhi è la parte più delicata del viso perché la cute in questa zona è molto sottile, è soggetta a un’intensa attività muscolare, è quasi priva di ghiandole sebacee, ha minori fibre elastiche e collageniche ed ha una circolazione linfatica e sanguigna rallentata. Quindi è meno protetta, più fragile e maggiormente predisposta a cedimenti e rughe. Occorrono quindi particolari cure già in età giovane e cioè non appena si inizia a truccare gli occhi e, soprattutto, ad usare il rimmel, perché le manovre che giornalmente facciamo per struccarci sono già causa di stress per un tessuto così delicato. Se poi usiamo prodotti non adatti e la detersione non viene fatta bene, i residui di trucco e smog finiscono per soffocarla.

 

Conta anche lo stile di vita

Il gonfiore attorni agli occhi può avere origini diverse. In alcuni casi è transitorio perché causato da mancanza di sonno o di riposo, condizioni particolari di stress, disordini alimentari o sindrome premestruale. Può essere anche causato dalla posizione supina che assumiamo nelle ore notturne e che tende a far ristagnare i liquidi interstiziali nella parte alta del corpo. In questi casi è sufficiente, appena svegli, bagnare abbondantemente occhi e viso con acqua fredda perché questa semplice operazione risveglia la circolazione. Se invece il gonfiore è molto accentuato, persistente e c’è ritenzione idrica, è bene controllare alimentazione, fegato, reni, intestino e, come sempre, evitare fumo e alcol. Intervieni con una buona dieta disintossicante, diminuisci drasticamente il sale, evita dolci e salumi, grassi, caffè e privilegia frutta, verdura, cereali e cibi integrali. Aiuta la diuresi bevendo abbondante acqua oligominerale lontano dai pasti e dedica almeno mezz’ora al giorno ad una passeggiata di buon passo con scarpe comode, perché il semplice camminare è il migliore amico della buona circolazione.

 

Camomilla e meliloto contro le palpebre gonfie

In 250 ml di acqua bollente metti in infusione per 15 minuti 1 cucchiaio di fiori di meliloto e un cucchiaio di fiori di Chamomilla recutita (matricaria), quindi filtra e versa la lozione in una bottiglietta che puoi conservare in frigorifero per non più di una settimana. Per diminuire il gonfiore imbevi 6 garzine sterili con questa lozione ben raffreddata , strizzale un poco per non farle sgocciolare, dividile e mettine 3 su ogni occhio in modo che coprano bene tutta l’area perioculare. Lascia in posa per almeno 10 minuti. Usa questa lozione anche come tonico sia sul contorno occhi che su tutto il viso e il décolleté: completa la pulizia, rivitalizza la pelle ed è un toccasana per le pelli facili ad arrossarsi e sensibili.

 

Aloe e borragine per le borse sotto gli occhi

In una ciotola metti un cucchiaio di Aloe barbadensis gel, 1 cucchiaino di burro di karité e il contenuto di una perla di olio di borragine. Amalgama bene e stendi la maschera su 2 garzine sterili, appoggiale sull’orbicolare dalla parte della garza facendo aderire bene fino alle tempie e lascia in posa per 10 minuti, quindi togli le garzine, picchietta il residuo fino a farlo assorbire ed eventualmente togli l’eccesso con la lozione al meliloto.

 

Se vuoi saperne di più visita le sezioni Bellezza e Benessere su Riza.it

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *