Collagene in salvo con semi e foglie di vite

gambe

 

Sono la cura giusta per la pelle sfiancata dal vento e dal sole: idratano, nutrono e rigenerano gli strati profondi del derma

 

Quando si torna dalle vacanze e la tintarella comincia a sbiadire, c’è sempre un momento di panico: se ci si guarda allo specchio, la pelle si squama e si presenta secca e segnata da mille rughette superficiali. Per correre ai ripari, applichiamo creme su creme e l’effetto, purtroppo, rimane lo stesso: la nostra cute continua ad apparire fragile e disidratata e non assorbe nulla! Che cosa sarà mai successo? L’effetto combinato del sole, della salsedine e del calore intenso ha consumato le riserve epidermiche d’acqua e di sebo, al punto tale che viso, décolleté, braccia e gambe anziché risplendere di un bel colore ambrato sembrano quasi avvizziti. Per questo, bisogna correre immediatamente ai ripari e la natura ci dona, proprio in settembre, un frutto che risolve i nostri problemi: l’uva, una ricca miniera di sostanze riparatrici e antiossidanti. Ma, di là del consiglio di consumare ogni giorno in abbondanza il frutto fresco o sotto forma di succo, un ulteriore suggerimento è quello di usare l’olio estratto dai vinaccioli e le foglie della vite: sono una miniera di oligoelementi e vitamine che rinforzano il microcircolo e stimolano la rigenerazione degli strati profondi del derma. Vediamo allora come trasformarli in preziosi cosmetici.

 

Nei piccoli semi un grande segreto

L’olio di vinaccioli (in erboristeria) si spreme a freddo dai piccoli semi degli acini e apporta una grande quantità di resveratrolo (efficace antiossidante che protegge la pelle dagli agenti atmosferici e dai radicali liberi), ma contiene anche acido linoleico, vitamina E e Omega 3 e 6, tutte sostanze

indispensabili per nutrire in profondità e stimolare la produzione di collagene ed elastina. È un olio fluido e leggero, che lascia la pelle morbida senza ungerla. Applicato sul viso e anche sul corpo per tutto l’autunno, prolunga anche la durata dell’abbronzatura.

 

I trattamenti viso contro la desquamazione…

 

Lo scrub riattivante

In una ciotola metti un cucchiaio di amido di mais con un cucchiaio di polpa di acini frullata e un cucchiaino di olio di vinaccioli. Amalgama bene e massaggia delicatamente su viso, collo e décolleté. Tieni in posa 5 minuti, risciacqua e tonifica con acqua di amamelide. Fai questo scrub una volta la settimana per 4 settimane.

 

Il massaggio idratante

A 30 ml di olio di vinaccioli aggiungi 20 gocce di olio essenziale di rosa canina. Amalgama

bene e ricorda di agitare sempre il prodotto prima di utilizzarlo. Ogni sera, e soprattutto dopo lo scrub, massaggia 7-8 gocce dell’unguento su viso, collo e décolleté e conserva il rimanente in frigorifero per non più di 4 settimane.

 

…quelli corpo che riducono la perdita di tono e le smagliature

 

Il gommage detox alle foglie

In una ciotola metti un cucchiaio di fondi di caffè, un cucchiaio di amido di mais, 2 cucchiai di olio di vinaccioli e, se occorre, un cucchiaio d’acqua. Amalgama e massaggia il prodotto su tutto il corpo. Quindi, sotto la doccia, completa l’azione dello scrub passando un guanto di microfibra oppure un sacchetto di garza pieno di foglie di vite.

 

L’unguento rassodante

Dopo il gommage, sciacquati, asciugati e, sulla pelle ancora umida, fai assorbire 10 gocce di un unguento preparato mescolando 30 ml di olio di vinaccioli e 25 gocce di olio essenziale di geranio agitando bene prima dell’uso. È l’ideale per nutrire soprattutto gambe, gomiti e ginocchia. Fai il gommage 2 volte a settimana per 4 settimane e massaggia ogni giorno le parti più aride del corpo con l’olio preparato.

 

Se vuoi saperne di più visita le sezioni Bellezza, Erbe e Fitoterapia Benessere su Riza.it

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *