La ricostruzione delle unghie

La ricostruzione delle unghie è diventata un fenomeno in grande crescita anche in Italia negli ultimi decenni perché si è diffusa sempre più nelle donne l’attenzione al presentarsi con unghie impeccabili e ben curate in ogni occasione e non solo in caso di grandi feste quali matrimoni o eventi mondani. La tecnica di ricostruzione delle unghie a gel, rispetto alla storica tecnica di ricostruzione unghie in acrilico, è una tecnica molto veloce e garantisce alle unghie brillantezza e lucentezza elevate. La tecnica ricostruttiva con gel offre il grande vantaggio di essere veloce e abbastanza facile anche per le principianti, che possono così avvicinarsi a questa metodica senza essere delle professioniste onicotecniche. Oggi insieme a Babila Spagnolo responsabile dell’azienda di famiglia Layla vediamo come deve essere effettuata una corretta ricostruzione unghie, come riconoscere prodotti di qualità, le varie fasi, insomma un po’ tutto quello che serve per riconoscere un salone serio e professionale che prima di tutto si preoccupa della salute delle unghie del cliente.

Che cos’é la ricostruzione Unghie

La ricostruzione Unghie è un’aggiunta di una resina acrilica sull’unghia naturale che  modifica in modo non permanente  sia la forma che la lunghezza. Si usano materiali approvati dai maggiori sistemi di sicurezza ( ministero della salute). Le resine acriliche si possono presentare in gel o in polveri e liquidi ( monomeri e polimeri). La ricostruzione unghie è molto utile per le donne con unghie problematiche quindi si può considerare un utile ausilio oltre che una moda femminile.

Come si fa

Innanzitutto bisogna usare prodotti di qualità ed evitare scelte economiche che potrebbero causare problemi all’unghia naturale e alla pelle circostanze anche permanenti. Oltre alle resine si deve fare presente le gli attrezzi sono di uguale importanza per la buona riuscita della ricostruzione. Nel nostro centro Laylaland tutti gli attrezzi ( tronchesini-lime-spingipelle ecc) sono sterilizzati in autoclave o monouso. Questa tecnica di sterilizzazione è essenziale per evitare infezioni batteriche o micosi molto antipatiche. L’applicazione viene effettuata da una professionista ( estetista e/o onicotecnica) che seguirà degli step prestabiliti. I prodotti usati normalmente sono il Primer( preparatore e promotore di adesione), il Gel Costruttore ( gel principale e molto duro con cui si esegue la ricostruzione) e per finire il gel lucidante ( che donerà lucentezza alla ricostruzione). La tecnica più’ importante, che caratterizza la qualità della esecutrice è la limatura che darà la forma più’ consona ed armoniosa all’unghia ricostruita.

Per chi é adatta

La ricostruzione unghie è adatta a tutte le donne dai 18 anni in su. Non si ricostruisce su unghie estremamente fragili ( prima vanno curate con smalti curativi) e su unghie colpite da micosi o qualsiasi altro agente batterico.

Quale gel , lampada, e prodotti scegliere

Come già detto le resine acriliche con cui si effettua la ricostruzione si possono trovare in tante forme ed è a discrezione della professionista. I gel hanno tutti diverse densità e colori ma l’importante è sempre rispettare gli standard di qualità .

Le fasi della ricostruzione

Le fasi nella maggiorparte dei casi sono 5.

LA PREPARAZIONE DELL’UNGHIA NATURALE

APPLICAZIONE DEL PRIMER

APPLICAZIONE DEI GEL COSTRUTTORI

LIMATURA

LUCIDATURA

Il tempo di esecuzione standard è di 1 ora e mezza.

Quanto dura

Una volta che si effettua la ricostruzione la prima volta, la manutenzione dovrebbe essere fatta ogni 3 settimane ( mai andare oltre alle 4 settimane). E’ importante rispettare i tempi di manutenzione per salvaguardare l’unghia naturale. Molte donne tralasciano questo punto perché ignorano il perché principale del refill. Quando la cliente si rivolge al centro per il refill la professionista controlla immediatamente se l’unghia naturale sia intatta e se si sono creati dei buchini nella ricostruzione che potrebbero causare una micosi. Il gel avanzando con la crescita ungueale destabilizza la struttura della ricostruzione rischiando di spezzarsi e di coinvolgere anche l’unghia naturale. Quindi spero di aver spiegato che il Refill ogni tre settimane non è solamente una questione estetica.

Come si rimuove

La rimozione è la parte più importante per evitare danni allunghi naturale. MAI TOGLIERSI LA RICOSTRUZIONE DA SOLE. Sempre rivolgersi al proprio centro.  Limare l’unghia per rimuovere il materiale acrilico in maniera errata può essere rischioso. Sull’unghia viene lasciato sempre 1mm di gel per proteggerla.

In gravidanza

La ricostruzione in gravidanza è sicura sempre se il centro o la professionista rispetta le generali indicazioni d’uso e di sterilizzazione . I prodotti Layla sono cosmetici e come tali non contengono sostanze pericolose in gravidanza.

 

 

 

Silvia TrevainiSilvia Trevaini

Videonews

 

 

 

 

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *