Via le macchie dalle mani con liquirizia e karitè

mani

Queste due sostanze naturali sono ottime per cancellare le macchie della pelle, idratando e combattendo la secchezza: ma non sono certo gli unici doni che la natura fa alle nostre mani… 

 

Le mani ci servono, agili e obbedienti, in tutte le nostre attività. Subiscono le aggressioni del freddo, del vento, dei materiali abrasivi e dei tensioattivi contenuti nei nostri prodotti detergenti, i pesi e gli sforzi del nostro lavoro giornaliero e, i danni dei raggi ultravioletti senza, spesso, avere in cambio cure adeguate da parte nostra. Per tutti questi motivi la pelle delle mani dovrebbe essere nutrita ed idratata come e forse ancora di più di quella del viso perché subisce maggiori stress. Se non la curiamo adeguatamente con il passare del tempo si impoverisce e invecchia molto più in fretta. La pelle del dorso tende a somigliare a una ragnatela, sottile al punto tale che traspaiono le ramificazioni venose e si formano macchie dal bruno al marrone scuro. E visto che le mani rappresentano, insieme al viso, il nostro primo biglietto da visita, dobbiamo imparare a curarle molto di più. Inoltre, nei casi in cui si ha predisposizione genetica alle macchie o si fanno lavori faticosi, prima s’inizierà a curarle e migliori saranno i risultati.

 

Così combatti rughe e pigmentazioni

In una ciotola metti la polpa frullata di mezzo cetriolo (o di una mela verde) e un quarto di avocado, aggiungi un cucchiaio di zucchero di canna, un cucchiaino di olio di avocado e un poco di farina di riso, per rendere la crema omogenea. Amalgama e prelevane un cucchiaio a cui aggiungerai qualche goccia di limone subito prima del massaggio per non perdere la potenzialità della vitamina C. Massaggia con questo composto il dorso delle mani e i polsi per 3 minuti, eseguendo pressioni delicate, data la fragilità della pelle; lascia ancora in posa per 5 minuti, quindi risciacqua. Fai questo scrub 2 volte a settimana per 2 mesi, poi una volta a settimana. Il prodotto che avanza conservalo in frigorifero in un vasetto scuro ben chiuso per non più di una settimana.

 

Il massaggio schiarente con la radice di liquirizia e il karitè

Dopo lo scrub, sulla pelle ancora umida massaggia una noce della crema che preparerai così: in 30 ml di burro di karité aggiungi il contenuto di mezza capsula di estratto di foglie di uva ursina, mezza capsula di radice di liquirizia e una capsula di rosa canina sciolte in poche gocce di acqua floreale. Fai il massaggio con la crema ogni sera. Massaggia con questo composto il dorso delle mani e i polsi per 3 minuti, eseguendo pressioni delicate, data la fragilità della pelle; lascia ancora in posa per 5 minuti, quindi risciacqua. Fai questo scrub 2 volte a settimana per 2 mesi, poi una volta a settimana. Il prodotto che avanza conservalo in frigorifero in un vasetto scuro ben chiuso per non più di una settimana.

 

Ecco gli ingredienti da tenere sempre in casa

– L’olio di avocado è ricco di acidi grassi, tocoferolo e beta-carotene, e ha un’azione riepitelizzante, emolliente e restitutiva.

– Il cetriolo (ha una spiccata azione schiarente grazie alla ricchezza di vitamine C e K, potassio e magnesio. Se d’inverno non lo trovi, usa la mela verde.

– La liquirizia è un altro prodotto vegetale che ha azione schiarente e, in più, è ricca anche di benefici bioflavonoidi.

– L’uva ursina ha un elevato contenuto di arbutina, principio attivo che favorisce la depigmentazione.

– La rosa canina è una miniera di vitamina C e ditannini, tutte sostanze che contribuiscono a rigenerare i tessuti cutanei e ad attenuare macchie e microrughe.

– Il burro di karité è uno dei grassi vegetali più adatti a pelli disidratate e fotosensibili.

– Il limone, di cui in cosmesi si utilizza il succo, è uno dei più efficaci schiarenti naturali a basso costo!

 

Il trucco in più

Ogni sera massaggia le mani e le unghie con 10 gocce di olio di avocado e 5 gocce di succo di limone ben amalgamate. Quando la pelle è particolarmente secca, applica uno strato di crema abbondante e metti i guantini di polietilene (quelli leggeri) per una mezz’ora.

 

Se vuoi saperne di più visita le sezioni Bellezza e Benessere su Riza.it

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *