Rinnova la tua pelle con l’olio di Monoi

monoi

 

Quest’unguento d’origine polinesiana ripara i danni del tempo e protegge la cute dagli effetti invecchianti del vento, del freddo e dello smog:

 

Qual è il segreto della pelle di seta delle bellissime ragazze tahitiane ritratte nei quadri di Gauguin? Si chiama olio di Monoi ed è un favoloso elisir di bellezza, soprattutto per la pelle delle donne in età matura. L’olio è ottenuto dalla spremitura dell’essenza dei fiori di tiarè, tenuti in infusione per 15 giorni nell’olio di cocco secondo una tecnica molto antica conosciuta ; in questo modo l’olio assorbe l’aroma e le sostanze nutrienti delle corolle, trasformandosi in unguento estremamente ricco e rigenerante. La gardenia tahitiana, o tiarè, che viene utilizzata per la preparazione dell’olio di Monoi è un delicato fiore bianco a forma di stella che cresce tutto l’anno nelle isole della Polinesia e che viene utilizzato dalle donne come ornamento in tutte le cerimonie più importanti. L’olio di cocco viene spremuto dai frutti di Cocos nucifera di piantagioni che crescono nelle zone più incontaminate dell’arcipelago, e dunque contengono vitamine e proteine di particolare valore cosmetico.

 

Applicalo ogni sera: così previeni la disidratazione

L’olio di cocco penetra velocemente gli strati di epidermide più superficiali e crea una barriera soffice ma duratura contro l’azione invecchiante di sole, vento, gelo e smog. Se d’inverno la pelle “pizzica” dopo una giornata trascorsa alle basse temperature, corri subito ai ripari perché la disidratazione favorisce la formazione di nuove rughe: massaggia alla sera, dopo aver pulito il viso con acqua fresca, qualche goccia di olio di Monoi riscaldato nelle mani e picchiettato su tutta la pelle del viso, su contorno occhi e labbra. L’effetto antiage è immediato sin dai primi giorni di trattamento. L’olio di cocco che costituisce la base del Monoi è straricco di vitamina E e acido ferulico, un antinfiammatorio che neutralizza i radicali liberi e riduce la formazione di infezioni e dermatiti. Se usi il Monoi anche al mattino sotto la tua solita crema da giorno, proteggi la pelle dai fattori inquinanti senza ungerla eccessivamente.

 

Elimina le cellule morte e rigenera l’epidermide

Se la pelle del tuo corpo è disidratata, squamata e ha bisogno di recuperare un po’ di luminosità nel cuore dell’inverno, prova questo meraviglioso scrub anti invecchiamento: mescola un cucchiaino di olio di Monoi, mezzo bicchiere di zucchero di canna grezzo, tre gocce di essenza di arancio dolce e un cucchiaio di olio di girasole. Massaggia sul corpo e poi risciacqua con acqua tiepida. Lo zucchero esfolia le cellule morte, il Monoi con l’olio di girasole stimola la produzione di collagene, contrasta la formazione di radicali liberi e idrata così in profondità che non avrai bisogno di mettere la crema dopo la doccia. Inoltre l’essenza di arancio solleva lo spirito e stimola la circolazione.

 

Monoi e vitamina E per l’impacco ristrutturante

Le mani sono le prime parti del corpo a denunciare l’invecchiamento cutaneo e sono anche le prime purtroppo ad essere trascurate. Aggiungi qualche goccia di vitamina E a un cucchiaio di olio di Monoi. Ungi le mani con questo composto e infila due guanti di plastica usa e getta. Lascia agire l’olio per almeno dieci minuti. Sciacqua poi con acqua fredda l’olio residuo. L’azione idratante perdura per tutto il giorno, anche se usiamo le mani per lavorare o se le laviamo con sapone.

 

Se vuoi saperne di più visita le sezioni Bellezza, Oli EssenzialiBenessere su Riza.it

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *