Riattiva il metabolismo mangiando e perdi tre chili in due settimane

 

Se il metabolismo lento è un tuo problema e non riesci a dimagrire, o ingrassi facilmente, non temere: la soluzione per te non è la dieta ipocalorica, bensì adottare un’alimentazione equilibrata, che preveda 5-6 pasti al giorno. Questi dovrebbero essere costituiti da piatti sani e realizzati con ingredienti brucia calorie in grado di aiutarti a usare più energia. E, quando cucini, ecco alcune semplici regole da adottare. Seguici…

Arricchisci i piatti con erbe aromatiche e spezie brucia grassi: sono di grande aiuto per dimagrire, perché favoriscono l’eliminazione di scorie e tossine, potenziano il metabolismo e consentono di limitare l’uso dei condimenti grassi ipercalorici (olio, burro ecc.).

L’uso di zucchero bianco è da evitare, meglio adoperare fruttosio oppure miele. Lo zucchero bianco fornisce calorie vuote (quasi 500 per 100 g), vale a dire calorie che non sono accompagnate da vitamine, minerali o altri elementi utili, e danneggia i meccanismi metabolici, rallentandoli. Inoltre, crea dipendenza e stimola a mangiare dolci in eccesso.

•No ai grassi idrogenati (nei prodotti da forno di produzione industriale, ma anche in salse o zuppe pronte ecc.; sono segnalati in etichetta). Nuociono al metabolismo e fanno produrre colesterolo.

•Anziché sale comune, conviene utilizzare (sempre moderatamente!) sale marino integrale o sale iodato, fonti di iodio utile per attivare la tiroide. In caso di ipertensione, al posto del sale puoi impiegare anche le alghe essiccate e tritate finemente (le trovi nei negozi di alimenti macrobiotici o biologici).

 

Ecco come deve essere il tuo menu quotidiano brucia grassi

La colazione ideale per attivare i processi metabolici è ricca di proteine e acidi grassi e povera di zuccheri. Ecco un esempio: 1 yogurt greco 0,1% di grassi (ben 15 g di proteine!) spolverizzato con cacao amaro solubile, 1 cucchiaino di olio di semi di lino, 2 gallette di riso con 2 cucchiaini di marmellata senza zucchero aggiunto e un frutto fresco e di stagione.

A pranzo e cena scegli un cibo proteico (150 g di carne bianca, 200 g di pesce, 150 g di legumi cotti, 2 uova, 150 g di ricotta, 200 g di tofu) e accompagna con 60 g di riso o pasta e verdure. Non mangiare lo stesso alimento 2 volte al dì.

Gli spuntini non devono mancare. Quindi, a metà mattina e metà pomeriggio mangia qualche tocchetto di verdura cruda con 3 noci. Se sei intollerante alla frutta oleosa, aggiungi 1 perla di Omega 3 (disinfiammano i tessuti e facilitano l’eliminazione del grasso addominale che si accumula anche a causa del rallentamento del metabolismo).

Una ricetta utile per il tuo metabolismo: fusilli ai gamberetti

Ingredienti

160 g di pasta del tipo fusilli (meglio se semintegrale); 150 g di gamberetti già puliti; 250 g di cimette di broccoli; 3 cucchiaini di 

olio extravergine d’oliva; 1 spicchio d’aglio; 

8 stimmi di zafferano; un pizzico di sale 

marino integrale e pepe nero q.b.

 

Preparazione

•Fai scaldare l’olio in una padella con lo spicchio d’aglio sbucciato. Aggiungi i gamberetti sgusciati e fai cuocere a fiamma bassa per alcuni minuti. Sciogli 4 stimmi di zafferano in 1 cucchiaio di acqua calda e versalo sui gamberetti dopo aver eliminato l’aglio.

•Nel frattempo, fai lessare la pasta in acqua leggermente salata con lo zafferano rimasto, unendo dopo 5 minuti anche le cimette di broccoli. Quando i fusilli sono cotti al dente scolali e versa il tutto (pasta e broccoli) nella padella con i gamberetti. Fai saltare per 2 minuti, condisci con il pepe e servi in tavola.

Attenzione: accompagnando il piatto con pane o aggiungendo panna o parmigiano, rallenti il metabolismo. Così come se termini il pasto con un dolce o frutta.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

2 risposte a “Riattiva il metabolismo mangiando e perdi tre chili in due settimane

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *