La blefaroplastica non chirurgica: il Plexer

blefaroplasticaLa blefaroplastica non chirurgica permette di trattare inestetismi cutanei e migliorare la cute palpebrale, senza l’ausilio di bisturi, utilizzando il Plexer. “Questo tipo di intervento non pretende di sostituirsi con una sola applicazione agli interventi di blefaroplastica chirurgica, bensì permette di ottimizzare in modo indolore, senza punti o anestesia, la luminosità dello sguardo di una persona, eliminando quell’eccesso di pelle della palpebra superiore che affligge molte persone. Se invece si desidera un risultato del tutto equivalente al classico intervento di blefaroplastica, è necessario sottoporsi ad un numero di sedute ulteriori, in rapporto all’importanza del tessuto da eliminare”,  ci spiega il Dott. Giacomo Urtis, chirurgo plastico presso Dr Urtis Clinic di Milano.  Il principio di funzionamento è la sublimazione, cioè l’evaporazione di porzioni piccolissime della cute palpebrale inferiore, senza danneggiare in questo modo i tessuti circostanti. L’effetto ottenuto è il ringiovanimento delle aree cutanee danneggiate dal tempo, da cicatrici, macchie, ecc., senza rischi e in modo naturale. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Nutrirsi in maniera naturale anche nei periodi freddi

AgrumiTGCOMLa bella stagione purtroppo è andata via già da un po’ e naturalmente oltre alle vacanze a salutarci c’è anche una bella lista di frutta e verdura. Purtroppo non è più tempo di Angurie, Meloni Cantalupo, Albicocche, Fragole, Mirtilli ecc. Cibi dolci, acquosi, freschi, che ci lasciano l’acquolina in bocca al solo pensiero. Per chi  si nutre in modo naturale, quindi basando la propria alimentazione sui doni di Madre Natura è periodo di modifiche alimentari.  Una delle domande che in questi periodi si sente di più è: “Ma d’inverno, col l’arrivo del freddo, e con i pochi frutti che abbiamo a disposizione, come si fa a mangiare in maniera naturale e soprattutto crudo?
Vediamo come affronta il periodo invernale Giuseppe Tedeschi , il nostro esperto in Igiene Naturale laureato in Scienze della Salute. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Bianca Solitudine, sei un Valore aggiunto!

foto-solitudine-2Se l’Amore è una condizione divina, la solitudine è una prerogativa umana. Ed entrambi convivono senza alcun conflitto nelle persone che hanno compreso il miracolo della vita.

Paulo Coelho

Se un tempo la solitudine era appannaggio dei cosiddetti  “sfigati”, oggi, grazie alla riscoperta dell’individuo come parte del tutto, viene  identificata  come opportunità, crescita, conoscenza del sé, spazio sacro. La cultura occidentale ha reso la “solitudine” come uno stato difficile da gestire, come una sorta di abbandono a se stessi, una sofferenza. Ebbene non è così!  Almeno per i soggetti autosufficienti a livello motorio, cognitivo e psichico.

Ne parliamo con Giulia dell’Associazione l’Ombra del Platano. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Massaggio Lomi Lomi, saggezza antica al ritmo delle onde

massaggio500Il massaggio è il mezzo più antico ed apprezzato per alleviare il dolore, non a caso presente in tutte le culture, nelle sue varie forme e caratteristiche. Il massaggio Lomi Lomi è un massaggio olistico, che coinvolge la persona in modo complessivo, anima, mente e corpo. Lomi Lomi in hawaiano significa massaggiare, precisamente formare onde. La sua origine è antichissima, trae ispirazione dal massaggio ka huna, uno stile di massaggio ritmico tipico delle Hawaii che consente di massaggiare l’intero corpo con un solo movimento. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Come mantenere gli impegni con se stessi

motivazione
Uno dei più grandi problemi per la maggior parte delle persone è mantenere la motivazione necessaria per portare avanti qualsiasi tipo di programma di esercizi, dieta, o abitudine positiva.

Queste sono alcune cose che potresti voler realizzare e in cui, forse, fatichi a essere costante:

– mantenere una dieta che riconosci come la migliore per te;
– dare al tuo corpo l’attività fisica quotidiana di cui ha bisogno;
– migliorare la tua routine di esercizi aggiungendoci nuovi elementi;
– riposare a sufficienza;
– mantenere una certa organizzazione e concentrazione nella tua vita e/o nel tuo lavoro;
– portare a termine dei progetti;
– mettere in pratica informazioni per cui hai pagato! Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page