Capelli deboli? Prova la fumaria

 

Esiste una pianta poco conosciuta in grado di stimolare il rinnovamento della nostra chioma spazzando via le scorie responsabili del suo indebolimento…

 

Spesso durante la stagione autunnale la caduta dei capelli si intensifica: si tratta di un fatto naturale ma se la perdita diventa troppo cospicua significa che all’origine della debolezza capillare può esserci una disfunzione interna, il più delle volte legata al fegato. In questi casi un aiuto prezioso ci viene offerto dalla fumaria, una pianta che – secondo uno studio pubblicato qualche tempo fa dalla rivista Experimental and Toxicologic Phatology – sarebbe in grado di inibire la formazione di alcune molecole infiammatorie che si generano quando il fegato soffre e non riesce a svolgere al meglio le sue funzioni di “motore metabolico”.

 

La salute dei capelli dipende dalle vitamine

L’indebolimento delle chiome è frutto di una carenza di vitamine, e tutte quelle implicate nella crescita dei capelli vengono immagazzinate proprio a livello epatico. Quando il fegato smette di funzionare come dovrebbe, queste vitamine non vengono più “stoccate” e i capelli iniziano a indebolirsi. Le più importanti sono la vitamina E, in grado di combattere i radicali liberi che sono una delle cause del deterioramento e della perdita dei capelli, la vitamina B4, responsabile della corretta attività dei follicoli piliferi, e la vitamina B5, capace di promuovere la ricrescita. La Fumaria officinalis è in grado di ripristinare la corretta funzione del fegato, a tutto vantaggio dei nostri capelli.

 

Bevila in infuso o assumila in tintura

Il miglior modo per utilizzare la fumaria è quello di preparare un infuso. Quest’ultimo si ottiene mettendo 2 g di fumaria in 100 ml di acqua. La dose consigliata è di due, tre tazzine al giorno, da assumere prima dei pasti per un mese. In alternativa è possibile assumerla anche attraverso la tintura madre in gocce. Se si sceglie questa modalità, la dose consigliata per la soluzione è di 20 gocce, due volte al giorno prima dei pasti, senza mai superare le dosi indicate.

 

Abbinala a zolfo e zinco: riattivano la ricrescita

La salute dei capelli, oltre che dalle vitamine, passa anche attraverso un’adeguata assunzione di minerali che a volte la dieta non fornisce. Gli oligoelementi che non devono mai mancare sono il ferro, lo zolfo e lo zinco Non a caso anch’essi sono immagazzinati nel fegato. Mentre prendi la fumaria, assumili sotto forma di fiale o capsule: una al dì per tutto il mese.

 

Se vuoi saperne di più visita le sezioni Erbe e fitoterapiaSos saluteIntegratori e Bellezza su Riza.it

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *