Spuntini salva linea. Via libera agli snack che mantengono attivo il metabolismo!

Snack è un termine anglosassone che definisce uno spuntino leggero e veloce consumato lontano dai pasti tradizionali (colazione, pranzo e cena). La sua funzione nutrizionale è fornire energia per prevenire i cali di attenzione e di umore che si presentano in periodi postprandiali come la tarda mattina e il pomeriggio inoltrati. Lo snack è quindi uno spuntino consumato in tempi brevi fuori dai pasti principali. Deve soddisfare soprattutto la funzione energetica mediante un introito di zuccheri appropriato, che garantisca il miglior effetto sullo stato di attenzione e la performance cognitiva; deve essere costituito da un solo alimento, massimo due di piccolo volume, per evitare un impegno digestivo importante che toglierebbe lucidità mentale. Senza spuntino a metà mattina e pomeriggio il metabolismo scende e la fame sale… con il rischio di arrivare a pranzo o a cena affamati e di gettarsi avidamente su tutto quello che si trova in tavola. Quindi, se scelto bene, è un ottimo alleato del peso forma. Infine, lo spuntino deve assicurare non più del 10% delle necessità energetiche dell’individuo (per esempio, non oltre le 180 kcal se quelle consentite quotidianamente sono 1800). Seguici e impara con noi a scegliere il tuo snack buono e salva linea… Continua a leggere

Colazioni snellenti per chi ama il dolce

Latte, yogurt, fette biscottate, frutta fresca e marmellata, sono gli ingredienti più comuni della prima colazione. Ma vi sono altri due alimenti che negli ultimi anni hanno preso sempre più posto sulle nostre tavole: la brioche e i cornflakes (cereali da colazione). Al momento del loro acquisto controlla che tra gli ingredienti non compaiano diciture del tipo grassi vegetali idrogenati e/o olio di palma o di cocco e/o la sigla E seguita da un numero che indica l’impiego di additivi alimentari. Lo stesso discorso vale per le fette biscottate e i biscotti. L’assenza di conservanti, l’aggiunta di ferro e vitamine e l’impiego di farine integrali sono invece fattori che ne accrescono la qualità. Ma cosa è meglio mangiare? Scoprilo insieme a noi… Continua a leggere

Sì a cappuccino e brioche a colazione! Basta scegliere quelli giusti

Tre italiani su dieci iniziano la giornata con un semplice caffè. Eppure, dietologi e nutrizionisti sostengono già da anni che ciò che si mangia a colazione ha un ruolo chiave nel mantenimento del peso forma. Il primo pasto dovrebbe essere in grado di fornire almeno il 30% del fabbisogno calorico della giornata, sotto forma prevalente di carboidrati, così a pranzo sarà più facile scegliere un monopiatto con verdure e non esagerare con le porzioni.
E se hai bisogno di uno “stimolo” per non saltare la colazione, scegli pure cappuccino e brioche… ma seguendo i nostri suggerimenti che ne riducono gli “effetti collaterali”…

Il latte per una scorta di calcio

Se non hai un’intolleranza al latte, 80-100 cc di latte (più o meno la quantità di un cappuccino da bar) tutte le mattine apportano buone quantità di calcio e 30-80 kcal, a seconda che sia magro o intero.
In alternativa, trovi bar che lo fanno anche con il latte di soia, più raramente con latte di riso.

Il caffè per dare lo sprint

Caffè espresso (circa 40 cc) per svegliarsi completamente e iniziare la giornata con più energia mentale. Se non lo tolleri, puoi chiederlo con caffè d’orzo. Le calorie? Pochissime 4-5 per entrambi.

Lo zucchero non è necessario ma…

Se proprio non puoi farne a meno, meglio quello grezzo di canna, che trovi anche al bar. Una bustina: 40 kcal.

Il cacao: ottima alternativa allo zucchero

Sì, in alternativa allo zucchero è un’ottima scelta, per un apporto calorico intorno alle 30-40 kcal.

La brioche? Integrale e al miele è meglio!

Le brioches del bar spesso contengono grassi vegetali idrogenati che hanno un’azione infiammatoria. Scegli quelle di pasticceria, meglio se integrali e al miele: ti regalano fibre benefiche per l’intestino Oppure opta per brioches confezionate che non contengano grassi idrogenati o trans, olio di palma o palmisto (lo scopri leggendo le etichette).
Una brioches vuota apporta circa 270 kcal.
Una brioche con la marmellata 340 kcal e una alla crema 400 kcal.

E per finire: tre regole d’oro per la tua colazione

•Non saltare la colazione e non limitarti a un solo caffè, sarebbe comunque come non farla!
•Una brioche, una fetta di dolce, del cioccolato o una pizzetta sono comunque preferibili al non fare colazione.
•Non mangiare sempre le stesse cose, ma varia di volta
in volta e non dimenticare di gustare anche un frutto di stagione.

Se vuoi saperne di più visita le sezioni Dimagrire, Dieta, Ricette, Cibo su Riza.it