Sole d’estate: amico o nemico?

Nel periodo dedicato al riposo e alla vacanza possiamo trasformare il relax in un ricostituente. Ad agosto dobbiamo approfittare delle ferie per rallentare e ricaricare le pile. In questo modo raccoglieremo i frutti in autunno. Non dobbiamo mai dimenticarci però che il sole di agosto tende ad accelerare l’invecchiamento cutaneo. A volte, quando finalmente ci godiamo il sole dopo tanti mesi di freddo e umidità e permanenza in ambienti chiusi, tendiamo a sottovalutare i danni che il sole può portare se non ci si protegge adeguatamente. Inoltre, se ci troviamo in una località marina e passeggiamo spesso sulla riva del mare, la salsedine e il vento possono inaridire ulteriormente la pelle se non svolgiamo un’azione antiage prima e dopo l’esposizione al sole. Ma le giornate in spiaggia, il contatto con il mare e l’esposizione al sole hanno anche degli effetti benefici sul nostro corpo, funzionano anche come dei dimagranti, tanto che al mare il nostro corpo sembra quasi asciugarsi; una leggera abbronzatura, poi, rende la pelle più morbida, liscia e levigata. Vediamo come proteggere la nostra pelle durante le nostre giornate in spiaggia e nello stesso tempo come sfruttarne i benefici.

QUATTRO REGOLE D’ORO PER PROTEGGERE IL DERMA E PROLUNGARE L’ABBRONZATURA
1) Almeno un mese prima dell’esposizione al sole, assumete degli integratori a base di betacarotene, che stimolano la produzione di melanina per un’abbronzatura dorata
2) Idratate la pelle con creme poco grasse, perché impediscono la traspirazione trattenendo il calore nei tessuti
3) Non fate evaporare l’acqua del mare sulla pelle per evitare l’accumulo di microcristalli salini che, oltre a seccare la cute, formano dei piccoli specchi in grado di riflettere i raggi UV con più intensità, favorendo le scottature
4) Aiutate la pelle ad abbronzarsi in modo omogeneo con una maschera preparata con la polpa di albicocca (ricca di betacarotene), da applicare sul viso 20 minuti prima di esporsi

Per una bella pelle d’estate, oli essenziali e l’argilla
Gli oli essenziali giocano un ruolo fondamentale nella cura della pelle e, abbinati a un altro prezioso elemento come l’argilla, possono diventare davvero un eccezionale strumento di bellezza per la pelle e per lo spirito , visto che oltre ad agire a livello locale, il loro profumo invia uno stimolo al cervello che va ad attivare le aree dove avvengono le reazioni emotive. Così possiamo indurre le stimolazioni nervose a produrre ormoni collegati al piacere, al rilassamento, o, se necessario, al rinvigorimento del tono generale. È importante non spalmare oli essenziali sulla pelle poco prima di esporsi al sole. Alcuni di essi sono fotosensibili e aumentano l’effetto della luce e possono provocare irritazioni e macchie. Meglio applicarli almeno 4 ore prima. L’azione degli oli essenziali può essere potenziata se prepariamo il viso con maschere d’argilla. Con l’argilla possiamo preparare maschere di bellezza per il viso che hanno numerose virtù: anti invecchiamento, anti stress, anti radicali, rivitalizzanti, ossigenanti e stimolanti. Dopo l’esposizione gli oli vegetali sono preziosi per prevenire i segni di espressione e donare elasticità e tono alla cute.

• L’olio di jojoba svolge un’azione riequilibrante del ph e agisce contro i radicali liberi creando una barriera protettiva
• L’olio di albicocca, antiossidante naturale, ricco di vitamina A e B è adatto a dare morbidezza e vitalità alla pelle
• L’olio di mandorle dolci previene le rughe e le smagliature, idrata ed è ricco di vitamine del gruppo B
• L’olio di argan è ricco di vitamina E, ed è eccellente per il trattamento delle pelli disidratate

I cibi che aiutano l’abbronzatura
Per ottenere una tintarella da invidia e proteggere la pelle dai danni provocati dai raggi UV è molto importante seguire un’alimentazione corretta; a tavola non possono mancare:
– Pesche, albicocche, meloni, cocomeri, fragole kiwi, ribes, mango e papaia, ricchi di carotenoidi che favoriscono l’abbronzatura.
– Carote, pomodori, peperoni, sedano, insalate da condire con olio extra vergine di oliva. Si tratta di ortaggi ricchi non solo di carotenoidi, ma anche di vitamine C ed E che combattono i radicali liberi.
– Fegato, uova e latticini che favoriscono la produzione di melanina.
– Pesce: ricco di acidi grassi polinsaturi omega-3 e omega-6 che proteggono le membrane cellulari dal danno ossidativo dei radicali liberi e aiutano a preservare la compattezza e l’elasticità della pelle.

Come sfruttare al meglio i benefici del sole e del mare
Sabbia, acqua salata, alghe, sono tutte sostanze con cui si viene a contatto al mare e sono ricchi di principi attivi snellenti.
Se sei al mare, un paio di volte alla settimana fai un peeling tutto naturale con la sabbia. Siediti sulla battigia e, sulla pelle bagnata, friziona con movimenti circolari piccole quantità di sabbia. Per sciacquarti, immergiti in mare: beneficerai dei sali minerali in esso disciolti, che promuovono drenaggio e rimodellamento dei tessuti.
Mentre sei immersa, cammina avanti e indietro, contro la resistenza dell’acqua: è un ottimo esercizio anticellulite, grazie all’effetto massaggiante esercitato dal mare.
Inoltre mentre siete sdraiate al sole, usate creme solari anticellulite, da acquistare in erboristeria o farmacia. Dovranno contenere un complesso di filtri solari naturali che proteggono dai raggi UVA e UVB e da scegliere tra quelle arricchite di caffeina ed escina, due sostanze potenti per drenare e ridurre i cuscinetti adiposi.
Fate attenzione ai piedi. Sono una parte del corpo delicata e spesso dimenticata: bisogna proteggerli con un buon solare e non tenerli sulla sabbia rovente: il calore blocca la circolazione periferica e provoca gonfiore e stasi linfatica.

Silvia Trevaini

Videonews

Una risposta a “Sole d’estate: amico o nemico?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *