La Spa? Si può fare in casa e in compagnia delle amiche

Perché non condividere con un’amica, a casa, i rituali di bellezza, un momento di piacevole complicità. E anche un’occasione per aiutare e farsi aiutare nei trattamenti più delicati come in una SPA.  Mezza giornata insieme già questo è un dono. Tempo da trascorrere a casa con un’amica, chiacchierando, rilassandosi e facendosi belle. Come in una Spa, si può iniziare con una tisana purificante, per preparare il corpo: anche un semplice infuso di finocchio può essere sufficiente, ancora meglio una tisana dalle virtù energizzanti e riscaldanti come quella a base di zenzero e cannella. Intanto si preparano gli oli per il massaggio, l’henne , il miele per la depilazione, le maschere per il viso. A ispirare la scelta dei trattamenti, alcuni principi base dell’Ayurveda, che non a caso propone in alternativa ai precetti estetici occidentali, con i loro canoni e le loro misure, una visione nella quale la bellezza è il risultato dell’armonia tra spirito e corpo, tra sé e gli altri. E si misura in termini di benessere, di radiosità, di luce.

Il  rito

Prima di iniziare, un momento di silenzio, a occhi chiusi, sarà un viatico per il benessere. Bastano pochi minuti per tornare in sintonia con la propria natura profonda e prendersi cura di sé con maggiora consapevolezza. Ecco ora il momento del massaggio che predispone ai trattamenti successivi, liberando il corpo dalle tensioni e dalla stanchezza. Si può scegliere un olio da massaggio come quello di sesamo, di mandorle o di oliva, ai quali si possono unire oli essenziali dalle virtù rasserenanti come il sandalo, la rosa o il gelsomino. Se ne aggiungono 20 gocce per 6 ml di olio. Si prepara l’olio profumato e si versa in una bottiglia, da tenere immersa in acqua calda finché il liquido diventa piacevolmente tiepido. Un asciugamano sulle spalle di chi riceve il massaggio eviterà di fare colare l’olio sul pavimento. Meglio indossare l’accappatoio e accomodarsi su una poltroncina.

Partiamo dalla testa

Si sfregano i palmi delle mani finché diventano calde e si comincia a versare l’olio nel punto centrale della testa, otto dita sopra le sopracciglia. Si stende l’olio verso il basso su entrambi i lati della testa verso le orecchie, come si facesse lo shampoo. Ora si fa piegare il capo in avanti e si mette l’olio all’attaccatura del cranio, là dove comincia il collo, e si massaggia ai lati, verso la parte posteriore delle orecchie. Una volta oliata tutta testa, si usano i polsi per picchiettare gentilmente tutto intorno, per stimolare la circolazione e il sistema nervoso. Si fanno poi scorrere le dita lungo il capo afferrando piccole ciocche di capelli e tirandole lievemente alla radice. Questo aiuta ad alleviare la tensione muscolare, specie tirando nei punti dove è stato versato l’olio.

Tisana zenzero e cannella

Pelare e grattugiare un pezzo di radice di zenzero, metterlo in un pentolino con ½ litro di acqua fredda e portare a ebollizione. Non appena l’acqua bolle, abbassare il fuoco e lasciare ancora per 5 minuti. Aggiungere quindi ½  cucchiaino di cannella in polvere. Bollire il tutto per un altro minuto. Spegnere e lasciare intiepidire, filtrare con un colino e infine unire mezzo bicchiere di succo di limone appena spremuto.

Il viso

Mantenendo ben oliate le punte delle dita, si massaggia partendo linea centrale della fronte verso l’esterno, fino all’attaccatura dei capelli sui due lati del viso. Si prosegue massaggiando ogni contorno del volto, dalla riga mediana verso l’esterno e verso l’alto: sopra la fronte, sopra e sotto gli occhi, le guance partendo dal naso, sopra e sotto le labbra, fino al mento e dietro le mascelle.

Le mani

Si massaggia il dorso delle mani dal polso verso le dita, poi si tira verso il basso ogni dito . Si fa scorrere il pollice sul palmo verso la base delle dita.

I piedi

Si inizia massaggiando e tirando le dita come per le mani. Si usa abbondante olio sulla pianta del piede, cercando di sfregare con cura ma delicatamente eventuali zone dolenti.

Maschere per il viso

Si applica evitando il contorno degli occhi, una pasta fatta con farina d’avena mescolata con latte o acqua minerale. Se si ha l’epidermide molto segnata, aggiungere argilla, cumino e zenzero in polvere e usare lo yogurt anziché latte. Si lascia in posa dieci minuti e poi si sciacqua con acqua tiepida.

Depilazione

Sciogliere in un pentolino un bicchiere di zucchero a fuoco bassissimo, mescolando in continuazione finché assume una bella sfumatura color caramello. Quindi aggiungere poco alla volta mezzo bicchiere di succo di limone. Unire infine un cucchiaino di miele e mescolare finché il composto diventa cremoso e omogeneo. Lasciare raffreddare e preparare le strisce.

L’henné

Per due persone diluire 100-300 grammi di polvere di henné in acqua calda, cui volendo si può aggiungere yogurt e miele, per nutrire i capelli secchi. Lo si applica sulla capigliatura, si avvolge la testa nella pellicola trasparente o di alluminio e si lascia in posa 3 ore. Quindi si sciacqua con tanta acqua tiepida e un goccio di shampoo.

Silvia Trevaini

Videonews

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *