Con le more schiarisci le macchie della pelle

more
Questi frutti di bosco, buoni e profumati, sono i preziosi protagonisti di frullati, impacchi e tonici naturali che combattono la iper pigmentazione cutanea…

 

Uno dei maggiori crucci che hanno afflitto le donne in tutte le epoche sono le macchie cutanee. Le cause sono molte, come l’esposizione eccessiva al sole, gravidanze, squilibri ormonali, acne, invecchiamento: fattori che possono scatenare accumuli irregolari di melanina e quindi la comparsa di iper pigmentazione e di discromie cutanee. Se è facile vedersi comparire una macchia sul viso, per esempio quando svanisce l’abbronzatura, non è altrettanto facile farla scomparire. Si sono tentati vari sistemi e non tutti hanno dato risultati positivi. In realtà più le macchie sono profonde e vecchie, più è difficile “sbiancarle”. Eppure un bell’incarnato chiaro e luminoso è sempre stato sinonimo di bellezza, e alcuni dei prodotti che venivano usati sono tuttora in auge: il limone, la camomilla, il tè bianco, il bicarbonato. Oggi un frutto piccolo e umile che la natura ci regala in tarda estate, la mora, è al centro di ricerche in campo fitoterapico, e in cosmetologia i suoi principi attivi si stanno rivelando importanti fattori di regolarizzazione della melanina.

 

Uno scrigno di vitamine e resveratrolo

Tra i differenti frutti di bosco, la mora possiede enormi quantità di antocianine, potenti antiossidanti della pelle, ma anche bioflavonoidi, vitamina C, procianidina e resveratrolo: un cocktail di sostanze che riattivano il ricambio cutaneo, inibiscono l’azione negativa dei radicali liberi e quindi anche la produzione alterata della melanina, che è la prima responsabile delle chiazze epidermiche.

 

Il tuo programma “anti macchie”
Per prima cosa frulla 2 etti di more; metti la polpa in un contenitore di cubetti di ghiaccio e riponi in freezer. Questa preparazione di base sarà utile per preparare una maschera schiarente da utilizzare tutti i giorni per rivitalizzare la pelle.

 

Così prepari la maschera…

In una ciotola metti 3 cucchiai rasi di argilla bianca, aggiungi un cubetto di polpa di mora che avrai fatto scongelare, 10 gocce di estratto spagirico di uva ursina (la trovi in erboristeria) e mezzo limone spremuto. Se la maschera risulta troppo densa aggiungi qualche goccia di tonico, se è troppo liquida aggiungi argilla. Applica la crema su viso, collo, decolletè e dorso delle mani perfettamente puliti e asciutti e lascia agire per 15 minuti, poi pulisci con spugnette inumidite e sciacqua abbondantemente.

 

…e il tonico

A questo punto puoi applicare sulla pelle di viso (e mani) il tonico che avrai preparato mescolando in una bottiglia una tazzina di infuso di tè bianco e una di camomilla (un cucchiaino per tazza). Usalo due volte al giorno, applicandolo con un batuffolo di cotone. Questo tonico è da conservare in frigorifero. È valido per una settimana, poi va rinnovato.

Se vuoi saperne di più visita le sezioni Benessere, e Bellezza e SOS Salute su Riza.it.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *