Essere adolescenti

L’adolescenza suscita al giorno d’oggi, più che in ogni altro momento storico, una crescente attenzione da parte del mondo degli adulti. In questo delicato periodo dello sviluppo, la sfida evolutiva più importante è “crescere”, che non significa solo diventare ogni anno più “vecchi”. Perciò dobbiamo smetterla di considerare il passare del tempo come condizione sufficiente per crescere bene e impegniamoci a costruire i presupposti per creare adulti forti, capaci di affrontare le sfide emotive e cognitive della vita. L’adolescente inoltre  riesce sempre a sorprenderci per le capacità di infastidire le tendenze conservatrici del nostro mondo, per le potenzialità di pensiero e di azione che si possono manifestare  sotto forma di grande creatività, distruttività o piattezza.  Dietro ai sintomi  ( corporei, relativi alla sessualità, condotte autodistruttive …) sembra esserci anche una grande necessità  di conoscere e capire: l’adolescente è affamato di verità.  Ma come la pensa davvero un’adolescente ? Ne ho voluto parlare direttamente con Qlara, adolescente in crescita ….

Tutti gli adulti ci sono passati e ricordano quegli anni come splendidi. Spesso parlando in famiglia ci viene raccomandato di essere lungimiranti: studiare per un futuro migliore e crearsi condizioni favorevoli a realizzare un proprio obiettivo, ma anche di goderci questi anni, perché non si può tornare indietro per riviverli, perché li rimpiangeremo. Noi ragazzi, ci troviamo catapultati in un mondo a noi sconosciuto, con molte esperienze da fare e cose da scoprire. Viviamo un passaggio (per alcuni più drastico che per altri) da bambino ad adolescente, che se affrontato nel modo sbagliato presenta ripercussioni. È un periodo complicato, reso tale anche dal secolo in cui ci troviamo, dall’impatto che i social media hanno sui giovani imponendo loro stereotipi di bellezza e cliché di amicizie e amori. Capita che gli adolescenti tentino di assomigliare a coloro che ritengono le loro icone di stile e carattere, finendo con l’omologarsi tra loro, con il reprimere una personalità che ha invece bisogno di essere mostrata per com’è realmente. A volte, invece, ci sono ragazzi che non riuscendo a reprimere il loro Io interiore con delle scarpe griffate o risvoltini ai jeans, iniziano a crearsi vari complessi mentali, che si ripercuotono sulla vita della persona in questione, anche in modo grave.  Tutto questo per presentare alcune delle difficoltà dei ragazzi di oggi, e per mostrare la soluzione a tutto ciò. Molti giovani tendono a vedere il bicchiere mezzo vuoto, a pensare con negatività. Questo pessimismo si ripercuote sulla persona, rendendola infelice, anche se questa non se ne rende conto e non sa come porre fine alle proprie sofferenze.

Ma se ribaltassimo le cose?

Se il bicchiere fosse mezzo pieno e il mondo ci sorridesse appena usciamo di casa al mattino? Se noi ragazzi abbandonassimo i nostri cattivi pensieri di natura assurda per concentrarci su noi stessi e su tutte le cose belle che abbiamo, sarebbe tutto più semplice. Il pensiero positivo è molto importante nella vita delle persone. Pensare a cose belle, ripetersi affermazioni positive e convincersi delle proprie potenzialità migliora la vita a chiunque, ai giovani d’oggi in modo specifico.  Quindi, cari ragazzi e ragazze, smettetela di pensare che non siete abbastanza, che non andate bene e che non potete farcela a fare una determinata cosa. Iniziate invece ad alzarvi con il sorriso, ad aprire la finestra e pensare che sarà un giorno meraviglioso.

Per aiutarvi in questo, potete scrivere affermazioni positive su voi stessi sopra dei post-it e appenderli nella la vostra camera o casa. Oppure, potreste impostare un simpatico promemoria sul vostro cellulare che vi ricorda di passare una buona giornata e che siete fantastici.  Affrontare la vita con positività è la cosa migliore e anche la più semplice. Vi renderete conto di come le cose miglioreranno, di come ogni avvenimento sarà stupendo e avrà il suo perché. Sono anni difficili, ma se presi con il piede giusto saranno splendidi. Fidatevi, pensare positivo migliorerà la vostra vita.

Qlara, adolescente in crescita

trevaini50Silvia Trevaini

VideoNews

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *