Laser Aura: novembre è il mese ideale per dire addio agli antiestetici capillari

Malformazioni vascolari, come gli angiomi, sono un problema estetico per molti pazienti, ci spiega il dott Santo Raffaele Mercuri, primario dell’unità di dermatologia del San Raffaele di Milano.
Il laser Aura, utilizzato nel centro Raf di via respighi di Milano, é in grado di creare una coagulazione del vaso sanguigno trattato, originando meno effetti collaterali degli altri laser. Il laser Aura, infatti, possiede un innnovativo sistema di raffreddamento che porta a una riduzione della sensazione di bruciore e inoltre permette agli strati superficiali della pelle di non scottarsi. Per trattare le teleangectasie del volto o i piccoli angiomi sono necessarie due o tre sedute a distanza di un mese una dall’altra. Il laser Aura si è dimostrato utile anche nel trattamento dell’acne. È  infatti in grado di ridurre la produzione di sebo nelle aree trattate, con una riduzione del numero, della frequenza e della severità delle lesioni e con una guarigione più veloce delle lesioni già esistenti. I trattamenti per l’acne si eseguono a distanza di circa 15 giorni uno dall’altro e il numero di sedute dipende dallo stato clinico del paziente e dalla risposta alla terapia; Il laser aura ktp elimina in maniera definitiva i piccoli vasi rossi della faccia collo e tronco con minimi tempio di recupero. Questo laser è ideale per i vasi  del naso e guance ma è utilizzato per ogni tipo di rossore compreso quello infiammatorio dell’acne  e per le melanosi superficiali di mani e viso (lentiggini,efelidi etc.).

TERAPIA CON IL LASER

Durante la seduta l’energia del laser è rilasciata attraverso un manipolo speciale in grado di raffreddare la pelle sia prima che dopo l’emissione dell’energia laser, che in tal modo colpisce il capillare, coagulandolo, mentre la pelle attorno non viene toccata, ma anzi preservata. L’energia del laser è infatti assorbita selettivamente dal capillare che così è coagulato e chiuso. Il vaso trattato andrà incontro poi ad un riassorbimento graduale nel giro di un mese circa, e quindi scomparirà. Questi capillari possono essere sia di colore rosso che blu, a seconda della loro localizzazione. Compaiono sul volto, attorno al naso o sugli zigomi, sulle gambe spesso a livello della coscia od anche dietro al ginocchio. Si differenziano dalle vene varicose perchè queste sono solitamente blu ma più grandi e spesso anche rilevate rispetto alla pelle circostante.

BENEFICI

 

  • Rimuove o riduce i capillari rotti, angiomi stellari, angiomi a fragola e lentigo da faccia collo e tronco
  • tempi brevissimi  di recupero
  • miglioramento della cute foto danneggiata e rughe, stimolazione di nuovo collagene,
  • miglioramento generale dell’aspetto della pelle

COME FUNZIONA

 

Coagula e rimuove gentilmente i vasi sotto la superficie cutanea,  senza le croste e gli esiti tipici degli altri laser.

CHI PUO’ FARLO

Con pelli chiare si ottengono i migliori risultati.

COSA  ASPETTARSI

Una pelle più liscia e luminosa, priva di macchie e imperfezioni con un aspetto giovanile in maniera rapida e con un veloce recupero alle normali attività quotidiane.

SICUREZZA ED EFFETTI COLLATERALI

Il trattamento è di norma sicuro e preciso con moltissime esperienze cliniche realizzate. Gli effetti collaterali sono rari e temporanei, ma lo specifico rischio e la convenienza del trattamento con Laser Aura può essere determinato solo al momento della visita poiché qualsiasi attività sull’essere umano presenta dei rischi

PRIMA DEL TRATTAMENTO

Evitare l’abbronzatura e l’esposizione al sole per tre settimane. Prima della seduta laser non assumere farmaci foto sensibilizzanti presentarsi con la pelle perfettamente pulita

DOPO IL TRATTAMENTO

Non lavare la sera stessa. Dal giorno dopo pulire con saponi delicati e applicare crema a base di aloe o idratante leggera. Evitare accuratamente la esposizione al sole o agli UVA per almeno 4 settimane e considerare  l’uso di protettivi solari in caso di necessità.

LA SEDUTA

Il paziente si sdraia sul lettino ed indossa un paio di occhiali a protezione degli occhi. Si procede quindi ad utilizzare il laser che, prima raffredda la pelle, e poi coagula il capillare. All’inizio sembrerà tutto molto miracoloso: il capillare sparirà e la pelle apparirà solamente leggermente arrossata e un po’ rigonfia dove prima c’era il vaso. Rossore e gonfiore se ne andranno in tempi brevissimi, ma il giorno successivo alla seduta i capillari trattati potranno essere presenti e più antiestetici di prima, perché più scuri ed evidenti. Tutto ciò è normale poiché il vaso coagulato e chiuso ora è di colore grigio e, nel caso di capillari importanti, potrete anche sentire come se all’interno vi fosse un piccolo cordoncino. Ciò è indice che il vaso è stato chiuso e coagulato: tutto sparirà in circa quindici – venti giorni e la pelle tornerà normale, senza però quei fastidiosi ed antiestetici capillari.

 

 

Silvia Trevaini

Videonews

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

5 risposte a “Laser Aura: novembre è il mese ideale per dire addio agli antiestetici capillari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *