Per una super abbronzatura, ci vuole il fico d’India

abbronzatura
Dai suoi semi si spreme un olio ricchissimo di grassi e vitamine che conservano la pelle compatta e levigata. Anche sotto il sole cocente…

Il fico d’India è una pianta nativa del Messico; venne commercializzata già al tempo degli Aztechi che conoscevano le virtù curative dell’olio estratto dai suoi semi. Anche nei Paesi del bacino del Mediterraneo, che cominciarono a coltivare la pianta dal XVI secolo, si scoprì presto quest’olio prezioso che veniva usato per curare ferite e scottature e per difendere la pelle dall’azione essiccante del vento e del forte calore di queste zone. Poi del fico d’India si dimenticò l’uso fino ai giorni nostri quando, con la riscoperta dei rituali di bellezza delle donne berbere, questo prezioso dono della natura è stato giustamente rivalutato. Da una tonnellata di frutti si ricavano 40 chili di semi che, spremuti a freddo, daranno un litro d’olio purissimo, che non va confuso con il macerato oleoso di fichi d’India.

È uno scrigno di grassi protettivi
L’olio di fico d’India è ricco di vitamina E, dalle proprietà rigenerative e protettive dell’idratazione cutanea, di vitamina F e di acidi grassi essenziali quali Omega 3, 6, 9, che sono sostanze fondamentali per la corretta fisiologia delle membrane cellulari. Nell’ecosistema della pelle, la carenza di questi lipidi provoca una perdita eccessiva di acqua transdermica e una alterazione del mantello idro-acido-lipidico, che ha come conseguenza una pelle molto secca e precocemente invecchiata. Altra caratteristica unica di quest’olio è di essere “sebosimile”, quindi la cute lo assorbe perfettamente: per questo ti consigliamo di usarlo per tutta l’estate come dopo sole.

Quando è consigliato
Applica l’olio di fico d’India mattina e sera se noti rughe profonde, perdita di tono e turgore, colorito spento. È un prodotto adattissimo anche come trattamento dopo sole, soprattutto se soffri di eritemi: le vitamine E ed F, infatti, sono dei potenti antinfiammatori.

Come utilizzarlo

Per frenare l’invecchiamento
Massaggia sera e mattina qualche goccia di olio su tutto il viso: insisti sulle zone con rughe più profonde e in pochi giorni la pelle sarà meno “segnata”. sui capelli per evitare la caduta. Una volta la settimana, applica 10 gocce di olio sulla lunghezza dei capelli e inumidisci bene le punte (se i capelli sono lunghi aumenta la dose di olio) massaggia e lascia in posa un’ora, poi procedi al lavaggio: contrasti la caduta e attivi la ricrescita.

Per sbiancare mani e unghie
La sera per 15 giorni massaggia 10 gocce di olio di fico d’India con 2 cucchiaini di succo di limone su unghie, cuticole e dorso delle mani fino ad assorbimento: le rendi morbide ed eviti l’ingiallimento di pelle e unghie.

Come anti-smagliature
Pizzica tutta l’area delle smagliature fino a provocare un leggero rossore, a questo punto massaggia qualche goccia di olio fino ad assorbimento completo, in questo modo il tessuto assorbirà meglio i principi attivi. Esegui il massaggio ogni giorno per almeno 3 mesi: i risultati ripagheranno il piccolo sacrificio.

Se vuoi saperne di più visita le sezioni BenessereBellezzaIntegratori e Oli Essenziali su Riza.it.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *