Alimentazione e denti sani: tutto quel che bisogna sapere

dentiDiverse malattie della società moderna sono la dirette conseguenza di errate abitudini alimentari e di errati stili di vita. Esiste infatti uno stretto legame tra alimentazione e salute dei denti.
Mangiare in modo scorretto può generare carie ed esporre a patologie gengivali di diversa gravità, che possono arrivare fino alla perdita dei denti (come nel caso della piorrea).

La bocca è assimilabile, infatti, a un delicato ecosistema che, per mantenere inalterato il suo perfetto equilibrio, ha bisogno di cure attente e continue.

Queste, oltre all’igiene, includono una selezione scrupolosa di cibi e bevande. Mangiamo, infatti, una media di quattro volte al giorno, senza sapere che ogni pasto, per quanto ridotto, espone la dentatura a ripetute minacce. L’occasione più dannosa è il momento dell’aperitivo, rito molto amato dal 30% degli italiani, percentuale che sale al 51% nella fascia d’età fra i 21 e i 24 anni. Proprio questo target, che in realtà è quello che più tiene all’estetica, riserva poche attenzioni alla propria igiene orale. Eppure a tavola basterebbero poche premure per scongiurare il rischio.

Inoltre molte malattie croniche sono correlate a consumi eccessivi di zuccheri, alcol e tabacco.

La salute dei denti e del cavo orale è strettamente correlata alle consuetudini alimentari e certamente alle manovre d’igiene orale quotidiane.
dottMangiacapraÈ  il caso di dire che  anche la prevenzione delle malattie dei denti e della bocca in generale comincia a tavola. Ce ne parla oggi la Dott.ssa Rossella Mangiacapra, specialista in ortognatodonzia, perfezionata in ortodonzia, gnatologia, e pedodonzia, dello studio Ars Medica Dentistica di Monza.

Dott.ssa quali cibi dobbiamo portare in tavola per mantenere i nostri denti sani e belli?

Sicuramente vale la regola di seguire un’alimentazione varia che comprenda tutti gli alimenti compresi nella dieta mediterranea: latte, uova, cereali, carne, pesce, frutta e verdura.

In particolare è vero che il latte fa bene ai denti?

Il latte, i formaggi e lo yogurt  contengono calcio e fosfato che sono utili per la salute dei denti e aiutano a riequilibrare  il Ph del cavo orale  neutralizzando gli acidi della bocca.

Quale frutta e quale verdura scegliere?

Sarebbe bene privilegiare il consumo di frutta che contiene vitamina C perché la carenza di vitamina C è stata correlata da vari studi a malattie del cavo orale.

Mele e kiwi sono particolarmente ricchi di vitamina C. I Frutti di bosco invece contengono  sostanze antibatteriche.

E che funzione hanno le verdure?

Le verdure a foglia larga come insalata e spinaci stimolano la produzione di saliva che ha l’importante funzione di neutralizzare gli acidi della bocca.

Le verdure croccanti come carote e sedano svolgono  invece anche la funzione di massaggiare le gengive aiutandole a mantenerle in salute.

Noci e pesce grazie alla presenza degli omega 3 prevengono infezioni batteriche.

Quali sono invece i cibi da evitare?

Sarebbe bene evitare o ridurre il consumo di cibi e bevande acide come l’aceto, la birra e gli agrumi che poiché fanno abbassare il Ph nel cavo orale espongono i denti al rischio maggiore di erosione.

I più grandi nemici della salute dei denti rimangono i cibi ricchi di zuccheri e molto appiccicosi come i cioccolatini, le marmellate e il miele perché sono difficili da rimuovere dai denti.

E mangiare velocemente e fare tanti spuntini fuori pasto è dannoso per la salute dei denti?

Si dovrebbe mangiare lentamente per avere il tempo di triturare bene il cibo in bocca prima di ingerirlo poiché il processo di digestione comincia già nel cavo orale.

Si dovrebbero evitare frequenti spuntini fuori pasto per non esporre i denti a continui attacchi da parte degli zuccheri.

Concludendo si può dire che una dieta sana e variata aumenta le difese del sistema immunitario che difende la bocca, i denti e gengive da infezioni e malattie.

 

 

trevaini50.jpg (50×63)Silvia Trevaini

Videonews

 

 

 

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *