L’acqua, la risorsa più preziosa

dieta-acqua-tgcom
Cosa c’è di più semplice al mondo?
“Complementare a Legno, Fuoco, Terra e Metallo, l’Acqua è uno dei 5 elementi che troviamo in natura”, ci spiega Giulia dell’Associazione L’Ombra del Platano.

Ricopre la maggior parte del pianeta terra di cui è l’unico elemento che si trova in tutti e tre i principali stati della materia. Stato solido, liquido e gassoso, in base alla propria temperatura.
Costituisce oltre il 70% del nostro peso e oltre il 90% del numero di molecole presenti nel corpo umano.

Recenti studi di Bioingegneria dimostrano che l’Acqua è il componente chimico principale del tessuto muscolare e con proprietà biofisiche, dotata di memoria in funzione di recettore e trasmettitore.

La moderna scienza sta ri-portando alla luce preziose informazioni su questo insostituibile ed eccezionale dono della natura, indispensabile.

L’Acqua è la radice della vita, la cui durata ne è strettamente correlata.

Oltre a dissetarci, l’Acqua, trasmette informazioni e nutrimento a livello molecolare, nonché garanzia di supporto e apporto a organi delicati come occhi, orecchie e cervello.

Ed è sempre tramite l’acqua, sotto forma di sudore e urina, che riusciamo ad espellere tossine e materiali di scarto. Già nell’antichità questo prezioso elemento veniva usato come elisir di lunga vita.

Usi e metodiche sono stati tramandati nel tempo, consolidandone il potere curativo e preventivo.

Agli inizi dell’800, Kneipp, un abate tedesco, appurò le reazioni dell’idroterapia tramite l’alternanza di acqua calda e acqua fredda sul corpo, riportando in auge concetti e terapie che già Ippocrate sosteneva.

Il beneficio primario di questo metodo, chiamato appunto percorso Kneipp, è rivolto soprattutto all’apparato circolatorio. Una ginnastica vascolare che mediante vasodilatazioni e vasocostrizioni ritmiche, permette al sangue di irrorare ogni parte del corpo, con funzioni antinfiammatorie, depurative, calmanti ed energizzanti. Ma sono numerose le reazioni a questa pratica, in primis temprare l’organismo intero.

Sia bagni che docce agiscono positivamente anche sul piano psichico; il bagno caldo induce calma e rilassatezza mentre una doccia fredda rinvigorisce e dona energia immediata.

Quasi tutti gli stabilimenti termali mettono a disposizione questo percorso curativo che, associato a movimento fisico e alimentazione corretta, produce effetti miracolosi.

L’Acqua produce ottimi risultati anche bevuta, avendo cura di scegliere quella più adatta alle esigenze personali legate all’età e ai disturbi presenti, ricordando di berla lentamente, poco e spesso, a temperatura ambiente per non disperdere troppa energia e lontano dai pasti per favorire l’ausilio dei succhi gastrici senza diluirli, indispensabili per una sana digestione.

Vale la pena menzionare l’utilità dell’Acqua calda con limone. Toccasana di primaria importanza.

Da bersi ogni mattina per deliziare pelle e intestino con conseguente beneficio al sistema immunitario e da usare per enteroclismi come pratica ciclica o mirata.

Già nel 300 A.C., il cosiddetto “clistere” veniva praticato a scopo preventivo ed era la cura per eccellenza di tutti i mali. L’era moderna lo ha poi sostituito con lassativi di ogni genere, rendendo l’intestino pigro e incapace di assorbire tutti i principi nutrienti che vi transitano.

Obbligatorio menzionare l’Idrocolonterapia, fruibile ormai nei tanti centri che la propongono.

Necessita di più sedute a cicli periodici fornendo ottimi risultati. Unica raccomandazione è di affidarsi ad operatori competenti e riconosciuti. Non proprio economico, questo procedimento può essere sostituito con l’enteroclisma fatto in casa che, con opportune indicazioni e in autonomia, garantisce depurazione e detossicazione dell’organismo.

E l’Acqua di mare? Cosa c’è di più bello al mondo della Talassoterapia?

Camminare sul bagnasciuga per riattivare la circolazione ed eliminare i liquidi in eccesso, per la propriocezione e per le patologie dell’avampiede; nuotare per tonificare e rinforzare il sistema muscolo scheletrico; fare lavaggi nasali per prevenire il colonizzare di batteri grazie al plancton e al sale; massaggiare tra i flutti la pelle del viso e del corpo intero per levigare la cute; stare a contatto con l’acqua di mare per cullare l’anima e la mente e spaziare nell’immenso. Ma sono innumerevoli i vantaggi apportati e un buon naturopata ci può dare ulteriori indicazioni.

E la pioggia?

Che dire di quella moltitudine di gocce… diverse una dall’altra, incredibili, in soccorso per contrastare l’inquinamento, per pulire strade e marciapiedi, per deliziare le nostre colture, per dissetare fiori e alberi, per farci giocare nelle pozzanghere e per creare l’Arcobaleno! Nonché per farci entrare in quello stato di intima nostalgia, avvolti da quel salutare oblio che ogni tanto è bene sperimentare.

Dell’ Acqua si potrebbe scrivere all’infinito.

Libri e web possono informare ulteriormente sulle altre numerose peculiarità qui non riportate.

Un bicchiere di buona acqua è un calice divino, dono per anima e corpo.

 

 

trevaini50Silvia Trevaini

VideoNews

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Una risposta a “L’acqua, la risorsa più preziosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *