La pastasciutta. È il primo piatto più amato e ti può far perdere peso

C’è chi la elimina dalla dieta perché teme di ingrassare. Ma non è così: il condimento giusto e la presenza di fibre fanno della pasta un piatto light. Lo sai, per esempio, che 80 g di pasta condita con un 2 pomodori e 1/2 cucchiaio di olio d’oliva apporta 340 kcal? È lo stesso contenuto calorico di 6 biscotti, che si mangiano in un attimo e che non saziano. E se vuoi sapere qual è la pasta che ti aiuta anche a dimagrire, seguici… Continua a leggere

Con le proteine buone tonifichi i muscoli e ti rimodelli subito!

Le proteine ci permettono di crescere e di mantenere le strutture del nostro corpo.   Alcune fanno parte del sistema immunitario, altre trasportano i nutrienti nel sangue… E tutte ti fanno bruciare di più! Scopri con noi come utilizzare questi nutrienti fondamentali per la salute e il benessere dell’organismo. E puoi perdere fino a 5 chili in un solo mese… Continua a leggere

Ecco i fuori pasto che ti saziano con poche calorie. E perdere peso sarà più facile!

Spesso chi non riesce a perdere peso (o ne accumula) non riesce a fare a meno di mangiare fuori pasto cibi ipercalorici come fette di torta, mousse, patatine, arachidi salate ecc. Cosa fare allora in questi casi? Sostituire gli snack ipercalorici con qualcosa di liquido permette, con un maggior senso di sazietà dovuto proprio alla “liquidità”, di assumere un quantitativo ridotto di calorie e micronutrienti utili per la salute e il metabolismo. Seguici e scopri come fare per mantenerti sempre in piena forma… Continua a leggere

Perdere peso non è difficile!

Perdere qualche chilo non è un’impresa difficile, e per farlo non occorre seguire una dieta penalizzante. Basta cambiare piccole abitudini quotidiane per ottenere risultati davvero apprezzabili e invertire la tendenza ad aumentare di peso in una tendenza a calare! Ecco allora tre giorni da sperimentare se desideri perdere un paio di chili. E vedrai come è facile dimagrire! Inizia da oggi. Fai così… Continua a leggere

Ami la pizza e vuoi dimagrire? Il baccello dei fagioli è la tua soluzione!

Se sei golosa di pizza, pasta e pane ma allo stesso tempo vuoi combattere la cellulite e scacciare la fame nervosa, il baccello del fagiolo è una buona soluzione per i tuoi problemi. Conosciuto da tempo come diuretico e anticellulite, oggi viene consigliato anche nelle cure dimagranti grazie al suo contenuto in fibre (cellulosa, pectine) che rallentano e regolano l’assorbimento dei glucidi (zuccheri), riducendo la secrezione di insulina e, di conseguenza, mantenendo attivo il metabolismo.

Baccello di fagiolo: che cos’è e cosa contiene

Il seme del fagiolo (Phaseolus vulgaris della famiglia. delle Leguminose) ha un involucro, il baccello, ricco di fibre di cellulosa, pectine, tannini e flavonoidi (faseolamina) che, nell’intestino, hanno la proprietà di rallentare l’assorbimento degli zuccheri. Ciò permette di limitare l’apporto calorico e di evitare i picchi glicemici che fanno immagazzinare adipe e quindi chili superflui.

Quando è indicato

Da usare durante e dopo la fase di dimagrimento – soprattutto se ami pane, pasta, pizza… – il baccello di fagiolo aiuta a dimagrire e a stabilizzare il nuovo peso. Ha inoltre azione diuretica, utile in caso di ritenzione e cellulite, ed è un anti fame nervosa molto efficace. Nelle persone che soffrono di diabete leggero, limita e regolarizza il passaggio degli zuccheri nel sangue frenando, in particolare, il picco di iperglicemia dopo i pasti.

Obiettivi da raggiungere in un mese

Grazie all’azione diuretica e antiadipe, gli estratti del baccello di fagiolo permetto di ottenere buoni risultati in un solo mese di assunzione regolare. Naturalmente è fondamentale seguire una dieta finalizzata alla riduzione del peso corporeo. I risultati? Fino a 2 cm in meno di girovita e una perdita di peso intorno ai 3 kg in soli 30 giorni.

Prima e dopo il pranzo e la cena

Si consiglia l’assunzione di 2 opercoli (li trovi in erboristeria) dieci o venti minuti prima del pranzo e della cena. I preparati a base di baccelli di fagiolo possono causare disturbi all’apparato gastrointestinale; se ne consiglia pertanto l’assunzione per brevi periodi (30-40 giorni al massimo).
Non utilizzare in caso di gravidanza e ulcera gastroduodenale.
Se vuoi saperne di più visita le sezioni Dimagrire, Dieta e salute, Cellulite, Integratori su Riza.it