I benefici antiage dei semi di canapa

Istockphoto

Ottenuti dalla Cannabis sativa, questi minuscoli scrigni di virtù sono tra i più quotati superfood per restare giovani e soprattutto in salute. Il motivo del successo dei semi di canapa è presto detto: ogni piccolo granello è un concentrato unico di sostanze antiossidanti che aiutano nella lotta contro i radicali liberi. I semi di canapa presentano un alto contenuto di peptidi, delle molecole molto utili per stimolare la rigenerazione della pelle e rafforzare i tessuti cutanei, che tendono a diventare più sottili e fragili per il naturale trascorrere del tempo. Ma i semi di canapa non sono preziosi solo come antirughe, sono anche ricchi di composti fenolici, tra cui la quercetina, che previene le malattie neurodegenerative, mantiene giovane il cervello e combatte l’osteoartrosi. Nell’elenco dei principi attivi che li rendono irrinunciabili vanno poi ricordati la luteolina, dall’azione antitumorale, ma anche tocoferoli, carotenoidi e fitosteroli, tutte molecole dal forte tenore antiossidante. Continua a leggere

La mela salvalinea

In questo periodo dell’anno, caratterizzato da un brusco calo delle temperature e dalla diminuzione drastica delle ore di luce, cala spontaneamente il bisogno di consumare insalate e crudità in abbondanza e aumenta il desiderio di cibi caldi e più energetici. Per questo motivo occorre prestare più attenzione per non incorrere facilmente in eccessi calorici che potrebbero far decollare inavvertitamente il peso: per fortuna in nostro soccorso arrivano le meleContinua a leggere