“Falsa cellulite” dopo i bagni di sole: come combatterla

Dopo le continue giornate passate al sole è importante prendersi cura della pelle per evitare la comparsa di cuscinetti e adiposità. Accade spesso infatti che dopo l’esposizione al sole, al mare come in montagna, che l’epidermide appaia priva di tono: la sera, sotto la doccia, notiamo che la cute è disidratata e flaccida, come se il sole le avesse tolto sostegno e compattezza. Ecco, allora che soprattutto dopo i 40 anni, diventano più evidenti le smagliature e le zone critiche (cosce, glutei, fianchi) si gonfiano, formando delle rotondità molto simili alla cellulite. In questi casi è necessario intervenire subito, prima che il sole danneggi ulteriormente i tessuti e prima che la pelle si trasformi in pelle a materasso. Ecco dunque cosa fare…

Il primo passo è mantenere idratata la pelle che, se è secca, tende a cedere. In secondo luogo, bisogna migliorare il drenaggio di liquidi e tossine dall’organismo: favoriremo una riparazione dei ristagni e lo sgonfiamento dei punti critici colpiti dalla falsa cellulite.

Cosa fare:
1) Iniziamo con uno scrub, che oltre a liberarla dalle impurità donerà alla pelle un aspetto liscio e levigato.
2) Poi dedichiamoci un bagno riattivante e successivamente un massaggio a base di oli vegetali nutritivi (come l’olio di germe di grano) arricchiti con estratti di betulla, uno dei migliori drenanti naturali.
3) Se assumi degli integratori come gli omega 3, nutri i tessuti dall’interno.

Ma vediamo nello specifico le varie fasi di questo programma

1) Lo scrub rimuove il primo strato di cellule morte, favorisce la compattezza cutanea e fa durare a lungo l’abbronzatura. Si può mescolare un cucchiaio di zucchero di canna, con del cacao amaro e un cucchiaio di germe di grano. Lo zucchero di canna lascia la pelle liscia e levigata, il cacao rende ancora più delicata l’azione del composto, nutre e dona morbidezza e luminosità alla cute.
2) Dopo lo scub prova un bagno che riattiva il microcircolo. Riempi la vasca da bagno e aggiungi 6 gocce di olio essenziale di rosmarino e immergiti per 15 minuti. Grazie all’olio essenziale si stimola la circolazione e ti liberi della stanchezza accumulata dopo una prolungata esposizione al sole. Dopo il bagno applica sulla pelle un olio arricchito con estratti di betulla che, oltre a nutrire, ammorbidire e idratare la pelle, svolge un’azione drenante sui tessuti aiutando a eliminare ritenzione e cellulite. In commercio si trovano degli oli anticellulite totalmente naturali a base di oli vegetali, tonificanti, betulla , dall’effetto drenante e depurativo dall’azione stimolante su circolazione e metabolismo e altri estratti naturali vaso protettivi.
3) Per contrastare i cedimenti e nutrire la pelle dall’interno, ci sono la capsule di olio di pesce, ricche di omega 3, grassi buoni che proteggono pelle e capelli. Le capsule di olio di pesce sono tra gli integratori più ricchi di omega 3, preziosi grassi essenziali che rappresentano un costituente fondamentale delle cellule e ostacolano la formazione di cellulite.

E non dimenticate di…

È molto importante che, dopo essersi esposti a lungo ai raggi solari, vengano seguiti alcuni consigli che aiutino a limitare gli effetti dannosi del sole, ed a riequilibrare la salute della pelle. La prima regola è sicuramente quella di bere molto: durante l’esposizione al sole si perdono molti liquidi ed è strettamente necessario reintegrarli.

Ma questo non basta: è anche molto importante utilizzare un buon doposole che risponda bene ai bisogni specifici della pelle. Molte persone commettono l’errore di affidarsi ad una semplice crema idratante, che però non è studiata appositamente per dare alla pelle tutto ciò di cui necessita dopo l’esposizione al sole. È molto importante, quindi, scegliere un prodotto doposole adatto ai bisogni della pelle. Il doposole deve avere diverse proprietà: calmante, lenitivo, rinfrescante, nutriente, idratante e riparatore. La cosa importante è che si deve prendere l’abitudine di utilizzare il doposole in maniera costante, per dare modo al prodotto di riparare le fibre danneggiate dall’esposizione ai raggi solari.

Silvia Trevaini

Videonews

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

2 risposte a ““Falsa cellulite” dopo i bagni di sole: come combatterla

  1. Per migliorare l’azione drenante, e’ giusto fare una maschera di argilla verde sul tutte le gambe fino al gluteo? o si potenzia solo l’ azione dermopurificante? Grazie!

  2. Ciao, il bagno all’argilla verde ha una spiccata azione lenitiva, è dermopurificante, levigante e antibatterico. Aiuta ad espellere le tossine e a sgonfiare le gambe affaticate. Se si applica direttamente sulle gambe e si fa un impacco l’azione drenante è potenziata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *