Argan e savon noir rinnovano la pelle

 

argan

Oli vegetali, sapone nero, argilla e gli altri cosmetici d’origine marocchina eliminano le cellule morte e nutrono l’epidermide: ecco come usarli

 

Nascoste agli sguardi indiscreti nei ryad silenziosi e freschi, le donne marocchine si dedicano quotidianamente alla cura del proprio viso e del proprio corpo. Lontano dal sole diretto, dal caos e dalla polvere dei mercati, si rinfrescano sotto l’acqua gorgogliante delle fontane, si purificano nei bagni di vapore e curano la pelle perché appaia sempre vellutata, morbida e ben nutrita. I prodotti naturali del Marocco, ormai facilmente reperibili anche nelle nostre erboristerie, sono indicati soprattutto per l’epidermide più matura perché contengono fattori idratanti e nutritivi straordinari, con principi attivi che penetrano in profondità e rigenerano gli strati profondi del derma.

 

Il sapone nero pulisce la cute in profondità

Col nome di savon noir, o sapone nero, si identifica un prodotto completamente naturale, originario della regione dell’Essaouira, dove viene ricavato dalla mescolanza di olio d’oliva extravergine e noccioli di olive nere tritati. Si presenta come una specie di pasta oleosa che viene massaggiata sulla pelle come un gommage. Se sul corpo si è formato uno “strato” di grigiore e opacità, procurati del savon noir e una buona spugna di loofah. Sulla pelle umida stendi un po’ di savon noir. Lascia agire 5 minuti e poi massaggia con vigore la pelle utilizzando la spugna di loofah, insistendo sulle zone più secche. La pelle morta dovrebbe accumularsi in piccoli riccioli scuri, che dovrai asportare con una doccia tiepida. Grazie all’elevato contenuto di vitamina E, il savon noir deterge e nel contempo lascia vellutata l’epidermide.

 

L’argan si applica al posto della crema da notte

Un’altra pianta che caratterizza il paesaggio marocchino e che ammorbidisce la pelle delle donne berbere sin dalla notte dei tempi è l’albero dell’argan, anche conosciuto come albero della vita. Dalla spremitura a freddo dei suoi noccioli si ottiene un olio profumato ricco di tocoferoli, vitamina E, acidi grassi e flavonoidi ad azione antiossidante e ricompattante. Inoltre l’olio di argan ha un elevato contenuto di sostanze insaponificabili che lo rende perfetto per restituire struttura alla pelle che “cede”, formando rughe e smagliature. Se il tuo viso presenta già piccole rughe d’espressione, è il momento di intensificare l’applicazione di olio d’argan direttamente sulle zone interessate dai primi segni d’invecchiamento: ogni sera, prima di coricarti, massaggia qualche goccia d’olio puro su contorno occhi, labbra e zone colpite dalle linee sottili. Al mattino asporta lo strato oleoso con dell’acqua di rose, che tonifica e rinfresca, o dei batuffoli imbevuti di succo di limone fresco, se vuoi dare luce all’incarnato. Il trattamento serale con l’argan dovrebbe essere una buona abitudine durante tutto l’anno.

Se vuoi saperne di più visita le sezioni Benessere, Bellezza e Oli Essenziali su Riza.it.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *