Test. Sai perché bisogna ridurre la “pancetta”? Scoprilo con noi e dimagrire sarà più facile!

Quante calorie ci sono in un piatto di pasta? Cosa si intende per “effetto yo-yo”? Quanti carboidrati bisognerebbe consumare ogni giorno? Quali rischi comporta un eccesso di grasso addominale? Metti alla prova la tua abilità in materia di nutrizione rispondendo alle domande del nostro test qui a lato. Scoprirai se sei abbastanza esperta da poter perdere 3-4 chili di peso corporeo con un corretto fai da te. Seguici… Continua a leggere

Elimina il grasso addominale e allunghi la tua vita!

Il grasso addominale ha caratteristiche diverse rispetto a quello sottocutaneo distribuito nel resto del corpo. È infatti dimostrato che è proprio l’eccesso di grasso viscerale ad aumentare il rilascio di sostanze quali l’interleuchina 6, la resistina e il TNF-alfa (citochine che causano stati infiammatori), il PAI-1 (che può provocare coaguli nel sangue) e l’ASP (che stimola la produzione di trigliceridi). Inoltre, l’eccessivo aumento delle dimensioni degli adipociti, causato dall’accumulo di trigliceridi, ne determina la morte con ulteriore accentuazione dello stato infiammatorio dell’organismo (salgono anche i livelli di proteina C reattiva, considerata un importante fattore di rischio cardiovascolare). Se vuoi saperne di più, seguici… Continua a leggere

Pranzi e cenoni? Fai così e non ingrassi

Un gruppo di scienziati dell’Università di Georgetown della città di Washington ha dimostrato che è un neuropeptide (sostanza associata agli stati d’umore), detto “Y” – con la funzione di regolarizzare il deposito di grasso nelle cellule – a favorire la formazione dell’adipe addominale. E questo neuropeptide è proprio associato agli stati d’animo tipici dello stress (ansia, malumore ecc.). Un altro elemento che facilita l’accumulo addominale dei grassi è il fatto che nelle persone sotto stress aumenta il desidero di mangiare dolci, e si sa bene che gli zuccheri in eccesso si accumulano sotto forma di grassi principalmente nella zona addominale. Quindi, considerando che proprio dicembre è un periodo di stress ed eccessi alimentari, abbiamo preparato per te un programma che ti aiuterà a godere dei piaceri del palato senza accumulare adipe e riducendo il girovita… Continua a leggere

Con i superfrullati via la stipsi e perdi subito 2 chili!

Vuoi eliminare 2 chili di ritenzione di liquidi, gonfiori e grasso addominale in un paio di settimane? È semplice, basta bere a colazione, a metà pomeriggio  e prima di cena un superfrullato prepararto ad hoc per risolvere i tuoi problemi. E se poi adotti per due giorni a settimana il nostro menu, che comprende anche i superfrullati, otterrai i migliori risultati.
Passo a passo, ecco come devi fare!

Frullato antistipsi da bere a colazione

Metti nel bicchiere del frullatore mezzo bicchiere di latte fermentato e mezzo di yogurt (rinnovano la flora intestinale e regolarizzano il colon, 1 kiwi (lassativo) e una fialetta dell’oligoelemento manganese-cobalto (riequilibrante e antintolleranza alimentare) è un prodotto solo e lo trovi in farmacia e in erboristeria); aziona l’elettrodomestico per 30-40 secondi, poi bevi subito. 

Frullato antiritenzione da bere a metà pomeriggio

Frulla un bicchiere di latte di riso con 2 fette di ananas fresco (antiritenzione) e una fialetta dell’oligoelemento potassio (diuretico, lo trovi in farmacia e in erboristeria). Bevi subito.  

Frullato bruciagrassi da bere prima si cena

Se il tuo obiettivo è dimagrire, Frulla un vasetto di yogurt magro con una mela a tocchetti (bio e con la buccia!), una presa abbondante di pepe nero (contiene piperina, una sostanza che riduce i depositi di adipe) e mezzo bicchiere di acqua. Bevi subito.  

Il tuo menu quotidiano completo da ripetere due giorni a settimana

Colazione
Frullato antistipsi; 4 frollini integrali e una tazza di tè verde dolcificato con miele.
Spuntino di metà mattina
1 frutto di stagione.
Pranzo
1 piatto di pasta di riso al pomodoro; verdure di stagione cotte al forno o al vapore; 100 g di petto di pollo alla griglia.
Merenda
Frullato antiritenzione.
Prima di cena
Frullato bruciagrassi.
Cena
1 piatto di minestrone con legumi; 1 ciotola di frutta cotta con un cucchiaio di uvetta e cannella.

Per saperne di più visita le sezioni Dimagrire, Dieta e salute, Integratori su Riza.it