Ecco i nuovi “leviganti” naturali

crema

Rendono più efficace la vostra crema drenante e completano l’opera degli integratori e della dieta, restituendoti la forma perduta 

A gennaio spesso ci si ritrova un po’ appesantiti dopo le tavolate delle feste, che lasciano fatalmente un paio di chili in eredità, l’addome più gonfio e un aumento della ritenzione idrica. Per fortuna, con un po’ di attenzione, quel sovrappeso viene smaltito facilmente controllando l’alimentazione. Ma niente paura: una dieta drastica e restrittiva non serve. Anzi, porterebbe a un calo di peso veloce ma effimero. In questo periodo può essere più utile ricorrere per alcuni giorni a un regime dissociato: abbinate, a pranzo, i carboidrati di un primo piatto poco condito a un’insalata mista; a cena, accostate le proteine (carne o pesce, poveri di grassi, evitando l’eccesso di formaggi e di salumi) alle verdure cotte. Niente pane ma largo, agli spuntini di frutta a metà mattina e a metà pomeriggio.

 

Le piante amare, gran dimagranti

Per aiutare la disintossicazione e la perdita di peso un grande aiuto viene dalle piante amare, ricche di sostanze che stimolano l’attività del fegato e la produzione della bile e che aiutano la funzionalità intestinale. Fatevi preparare dall’erborista una miscela di tinture madri di boldo, tarassaco, carciofo e genziana e prendete 30 gocce, diluite in mezzo bicchiere d’acqua calda, tre volte al giorno: alla mattina, prima di pranzo e cena. Questa sinergia depurativa stimolerà la produzione di succhi digestivi, favorendo la giusta assimilazione degli alimenti, evitando la formazione di fermentazioni intestinali e migliorando la funzione degli organi emuntori, con conseguente detossinazione del tessuto connettivo congestionato.

 

Fermenti probiotici, stop ai gonfiori

Per favorire il riequilibrio della flora batterica intestinale è consigliabile aggiungere una capsula di fermenti probiotici, al mattino e alla sera (ideali il Lactobacillus rhamnosus e acidophilus e il Bifidobacterium). In questo modo il fastidioso gonfiore addominale e l’effetto “pancetta” tenderà a scomparire in breve tempo, lasciando il posto a una piacevole sensazione di leggerezza. Al contempo, la pelle diventerà più luminosa e migliorerà la circolazione del bacino e delle gambe.

 

Il massaggio speziato alla noce rinforza l’effetto della tua crema

Per levigare i tessuti e riscaldare la pelle, favorendo la penetrazione dei principi attivi della vostra crema anticellulite, macinate tre gherigli di noce, aggiungete un cucchiaino di farina di mais, quattro gocce di olio essenziale di coriandolo e quattro gocce di olio essenziale di cardamomo. Miscelate il composto a un po’ di crema per il corpo o per le gambe, preferibilmente a base di estratti vegetali che stimolano la circolazione venosa e linfatica (ippocastano, rusco, vite rossa, edera, hamamelis). Applicate il preparato sulle cosce, eseguendo un movimento a piccoli cerchi a effetto levigante, insistendo sulla superficie anteriore e laterale delle cosce. Lasciate in posa per venti minuti e rimuovete con una docciatura tiepida.

Se vuoi saperne di più visita le sezioni CiboBellezzaIntegratori e Mangiare Sano su Riza.it.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *