Adolescenza: aneddoti e riflessioni

Fa veramente male sentire alla TV certe notizie di giovani che muoiono il sabato notte in incidenti dopo lo “sballo” in discoteca o per alcool e droghe assunte negli stessi locali. La morte di un giovane è sempre un evento triste, anzi orribile perché innaturale; ma lo diventa ancor più se pensiamo a quanto sia assurdo morire in queste circostanze, e per questi motivi. Perché questi luoghi che dovrebbero costituire un divertimento, uno svago per i nostri giovani diventano invece la loro tomba, o provocano comunque, nel migliore dei casi, danni permanenti alla loro salute?

Per rispondere a questa domanda occorrerebbe conoscere le ragioni per le quali i ragazzi di oggi si danno a questo tipo di attività e frequentano locali dove tutto è permesso e nessun controllo viene messo in atto per la tutela dell’integrità fisica e morale delle persone. Vediamo le riflessione di Qlara, la nostra  adolescente in crescita: Continua a leggere

Qual è il reale fabbisogno proteico?

Debolezza, malumore, scarsa concentrazione, affaticamento renale: sono alcune delle pericolose conseguenze di una dieta iperproteica. Secondo i LARN (livelli di assunzione di riferimento di nutrienti e ed energia) stilati dalla Società italiana di nutrizione umana, il regime alimentare più corretto è una dieta composta da 60% di carboidrati, 30% di grassi e 10% di proteine. Parametri che dovrebbero essere tenuti in considerazione anche in caso di dieta dimagrante, invece le varianti a questo modello sono le più disparate. Un’alimentazione incentrata sull’assunzione di proteine ha successo perché ha un effetto drenante e fa perdere peso velocemente. La quantità e la varietà di cibo consentite in questi regimi rappresentano un ulteriore incentivo. Risultati a cui si aggiungono una maggiore tonicità muscolare e un appagante senso di sazietà. Ma l’obiettivo del dimagrimento non dev’essere raggiunto a ogni costo, trascurando la salute generale. Le proteine sono macronutrienti di cui l’organismo ha bisogno in quantità limitata, ovvero 0,9 grammi per chilo di peso corporeo: quelle in eccesso, sotto forma di scorie, vengono eliminate attraverso i reni, gli organi che risentono di più di una dieta iperproteica. Inoltre la totale (o quasi) assenza di carboidrati, ovvero di zuccheri, dei quali si nutrono muscoli e neuroni, ha come conseguenze negative debolezza e scarsa concentrazione. Vediamo insieme al nostro esperto  Giuseppe Tedeschi, laureato in Scienze della Salute, e professionista di Igiene Naturale, quale sia il reale fabbisogno proteico di cui abbiamo bisogno… Continua a leggere

Tecnologia Laser CO2: una nuova terapia per le disfunzioni sessuali femminili

Da sempre l’avvento della menopausa coinvolge la Donna in un passaggio obbligatorio, a volte difficile da superare. L’aumento della longevità fa sì che questo momento fisiologico coincida con un’età ancora pur sempre giovane, che accetta malvolentieri i disturbi e le reazioni ormonali. La 50enne di oggi è nel pieno della maturità sessuale e della gioia di vivere, complici anche i nuovi standard di bellezza che esaltano la ruga di classe e la capigliatura perlata. E la menopausa viene, comunque, ancora vissuta come un’intrusione inaccettabile in quanto riduce o preclude gioie consuete. Con immaginabili ripercussioni sul piano psichico e relazionale. Continua a leggere

Sindrome del colon irritabile: disturbo o malattia?

A volte, quando la salute del nostro intestino è molto compromessa, possiamo avere difficoltà con una dieta ad alta percentuale di cibi crudi. E’ il caso di chi soffre di Sindrome da colon irritabile. In questi casi, una strategia utile può essere quella di seguire per un certo periodo una dieta semplice a base di cibi vegetali cotti, per poi reintrodurre gradualmente i cibi crudi una volta che l’intestino si è riequilibrato.  Continua a leggere

L’alimentazione casalinga per cani e gatti

Cosa s’intende per alimentazione casalinga? L’argomento è complesso e orientarsi tra le varie scelte possibili non è semplice. Ma è allo stesso fondamentale per il benessere dei nostri cani e dei nostri gatti. Per fare chiarezza sull’argomento, che negli anni ha dato vita a dibattiti molto accesi, abbiamo intervistato il Dott. Mauro Cervia, veterinario e presidente dell’associazione  Amoglianimali Onlus. Spesso i proprietari di animali domestici non hanno a disposizione informazioni sufficienti per quanto riguarda l’alimentazione corretta dei loro amici a quattro zampe. Eppure si tratta di un aspetto molto importante per la loro salute. Continua a leggere

Stipsi: cosa fare

La regolarità intestinale può essere pregiudicata da una serie di fattori. La stitichezza o stipsi, oltre a essere un sintomo di patologie ben più preoccupanti, può essere temporanea e rappresentare comunque un disturbo cronico che altera notevolmente la qualità di vita. Spesso un viaggio, il cambiamento nei ritmi di vita o nell’alimentazione contribuiscono a rallentare il transito intestinale.
Ne parliamo con la Dott.ssa Beatrice Salvioli, consultant di gastroenterologia clinica del Centro Medico Visconti di Modrone. Continua a leggere