La balneoterapia in acque termali

La balneoterapia termale, utilizzando acque minerali terapeuticamente attive, associa alle proprietà fisiche (aspecifiche) gli effetti biologici e terapeutici esercitati dai mineralizzatori, che rendono ogni acqua minerale una soluzione a composizione chimico-fisica peculiare. La tecnica del bagno segue dei principi generali anche se sono possibili variazioni nelle modalità di applicazione (durata, temperatura, etc.) secondo l’acqua minerale utilizzata e la patologia da trattare. Sicuramente il trattamento idroterapico e crenoterapico più utilizzato in stazione termale è la balneoterapia generale con acqua minerale calda o riscaldata, effettuata in apposite vasche singole o in piscina. Continua a leggere

HIKIKOMORI, cosa c’è dietro il nascondiglio

Il fenomeno riguarda persone, per lo più in età adolescenziale o giovane, che si isolano gradualmente dal mondo esterno, utilizzando come spazio vitale la propria casa o la propria stanza, isolandosi così anche dalla famiglia. I canali di comunicazione virtuale possono essere conservati, magari però con identità mascherate.

Ce ne parla il Dottor Matteo Pacini, specialista psichiatra del Centro Medico Visconti di Modrone.

Il fenomeno, se si chiama in causa come “disturbo”, va distinto da quelle condizioni di ritiro dalla vita sociale o produttiva che sono invece prive dell’elemento “sofferenza”. Ad esempio, ci sono casi di improduttività e vita consumata spesso nel proprio ambito domestico da parte di soggetti consumatori di cannabis (sindrome amotivazionale), o casi di rinuncia alla vita scolastica e lavorativa per dedicarsi ad una vita oziosa, ma senza isolamento sociale. Sono diversi anche quei casi che sono semplicemente conseguenza di un disturbo della socializzazione già presente da sempre, come l’autismo. Continua a leggere

La dipendenza da … smartphone

Quando il buon vecchio Antonio Meucci ideò questo apparecchio, intendeva solamente semplificare le comunicazioni, non si sarebbe mai aspettato una simile evoluzione! 
Suppongo si possa facilmente dedurre l’oggetto a cui mi sto riferendo, che è naturalmente il telefono.

Secondo i dizionari di italiano o le enciclopedie online, il telefono è “un dispositivo dotato di microfono e ricevitore che permette a chi lo utilizza di comunicare con un’altra persona che possiede uno strumento analogo”, ma è davvero solo questo? Ne parliamo con Qlara, la nostra adolescente in crescita. Continua a leggere

Le medicine ancestrali: il Kambo

Il Kambo è una sostanza bio-attiva (meglio questa definizione e non cocktail chimico come ho spesso letto) usata da migliaia di anni da molte piccole tribù dell’area nord-occidentale dell’Amazzonia (soprattutto nella regione detta Acre), in particolare dalla tribù dei Katukina, per aumentare la resistenza alla fatica e come rimedio per tutte le malattie e come portatore di buona fortuna. Dal punto di vista scientifico la secrezione prelevata dal sudore di questo anfibio è composto da nove peptidi bio-attivi, i principali dei quali sono la dermorfina e la deltorfina. Questi ultimi rappresentano il più forte antibiotico ed anestetico naturale che esista. Anche se difficili da trovare, le rane kambo vengono raccolte sugli alberi mentre cantano annunciando la pioggia. Nella  tradizione degli indios solo gli sciamani raccolgono questa rana, lo fanno all’alba anche loro cantando. Continua a leggere

Epigenetica ed igiene naturale

L’epigenetica (dal greco επί, epì = “sopra” e γεννετικός, gennetikòs = “relativo all’eredità familiare”). È stata definita da Arthur Riggs e colleghi come:

“Lo studio dei cambiamenti mitotici e meiotici ereditabili che non possono essere spiegati tramite modifiche della sequenza di DNA”.

In termini semplici, l’epigenetica è un ramo della biologia molecolare che mette in discussione le affermazioni di Darwin e rivoluziona il modo di pensare alla genetica. Letteralmente significa “controllo sui geni” e cambia così la nostra comprensione di come la vita sia governata. Le influenze ambientali, includendo la nutrizione, lo stress e le emozioni, quindi tutti i pilastri su cui si fonda l’Igiene Naturale, possono modificare l’espressione genetica senza cambiarne il piano architettonico di base. I nostri geni non dettano il nostro destino. Quindi essa è lo studio dei meccanismi biologici che accendono e spengono i geni. Ma cosa significa? Per capire meglio, andiamo alle basi della genetica, ne parliamo insieme a Giuseppe Tedeschi, laureato in Scienze della Salute, e professionista di igiene naturale…. Continua a leggere

Vivere senza odori, un privilegio dei malati!

Vivere senza odori è un privilegio dei malati!

Stimolato fino all’esasperazione ad occuparmi del problema di chi non sente gli odori, ho cercato un inquadramento logico ed universale del problema; così inizia a raccontarci il  Dott. Roberto Barocci del Centro Medico Visconti di Modrone, specialista in otorinolaringoiatria.

La lunga serie di malattie e di danneggiamenti anatomici del naso e degli annessi, fino ad arrivare al cervello, fa parte della cura ormai generale. E l’elenco, ancorché lungo, quasi sicuramente non è completo. Peraltro si passa dal banale raffreddore al tumore del primo nervo cranico o del lobo anteriore dell’encefalo.

Naturalmente non difetta il consistente volume relativo ai traumi, sia quelli occasionali che quelli chirurgici. Continua a leggere