La dieta del rientro: perdi tre chili in due settimane e non li riprendi più! E non rinunci al buon cibo…

Per molti di noi le ferie si sono concluse, e gelati, fritture di pesce e altre golosità estive non sono solo un ricordo… perché hanno lasciato qualche chilo in più da smaltire. Inoltre, la fine della vacanze può anche provocare una lieve depressione con aumento della fame nervosa.

Cosa fare allora? Semplice, basta adottare uno stile alimentare ricco di triptofano che “tiri su il morale” e, al contempo, assicuri di perdere qualche chilo in più dovuto a gelati, pizze, fritti misti… Continua a leggere

Contro la tristezza d’autunno prova Mustard

Fra i fiori di Bach è il migliore contro la depressione autunnale: Mustard

La senape selvatica è una pianta infestante dalla crescita rapidissima. Tra maggio e luglio, i suoi fiori dorati possono ricoprire in pochi giorni interi campi, dipingendo il territorio di un luminoso colore giallo-oro. Con queste corolle viene preparato Mustard, fra i fiore di Bach il più noto per le proprietà antidepressive e utile a chi viene improvvisamente assalito da sentimenti di depressione, tristezza, angoscia, malinconia o voglia di piangere, senza causa…

Continua a leggere l’articolo “Il fiore di Bach contro la depressione autunnale” su Riza.it

I fiori di Bach giusti vincono la stanchezza

Stanchezza addio con i fiori di Bach

In questo periodo dell’anno uno dei primi nemici da combattere è la stanchezza causata dallo stress. L’incalzare dei ritmi frenetici della città e dei primi freddi di stagione, infatti, impigriscono e invitano a dormire di più, a stare rintanati in casa e fare poco moto. Inoltre c’è chi soffre di una stanchezza cronica che tende a diventare una condizione naturale; i rischi che ne conseguono possono essere depressione, insonnia e alterazioni metaboliche.
I fiori di Bach in questo caso diventano una soluzione perfetta per intervenire, curando il deficit che sta alla base del nostro disturbo…

Continua a leggere l’articolo “Stanchezza addio con i fiori di Bach” su Riza.it