Il nodulo tiroideo

tiroide
Il nodulo tiroideo rappresenta la condizione morbosa più comune nell’ambito delle malattie tiroidee.  L’incidenza dei noduli tiroidei nella popolazione generale è circa il 20-25%. Ce ne parla oggi il Prof. Francesco Lippi, della Clinica Visconti di Modrone di Milano.

In genere il paziente non accusa alcun disturbo (normale funzione tiroidea) ma scopre casualmente la presenza di una tumefazione del collo o da solo oppure in corso di altri accertamenti. La maggior parte dei noduli tiroidei è di natura benigna e possono manifestarsi come singoli nell’ambito di una ghiandola di normali dimensioni oppure in una ghiandola aumentata di dimensioni, cioè in un gozzo.

Nel sesso femminile la patologia nodulare tiroidea è molto più frequente. Continua a leggere

Selenio e cromo: così elimini tossine e adipe!

Il selenio mantiene attiva la tiroide, stimola una naturale azione brucia grassi, protegge la pelle dall’invecchiamento. È un antiossidante naturale presente nei cereali integrali e nella farina che se ne ricava, nelle noci brasiliane, nelle ostriche. Il cromo regolarizza i livelli di zucchero nel sangue e causa un calo del senso di fame, stimola il metabolismo e fa bruciare più calorie, inoltre favorisce la tonicità muscolare e, aumentando la massa dei muscoli, aiuta a smaltire l’adipe accumulato nel corpo. Vuoi sapere come utilizzarli? Seguici… Continua a leggere

Tiroide stanca? L’aiuta il prezzemolo

L’ipotiroidismo è una patologia causata da carenza di ormoni tiroidei e che si manifesta con un rallentamento dei processi metabolici. I sintomi sono sonnolenza, intolleranza al freddo, aumento del peso corporeo, pallore, anemia e stipsi. Il rimedio naturale più adatto per curare questa patologia della tiroide è proprio il prezzemolo. È consigliabile metterlo negli alimenti, poiché la sua ricchezza di vitamine, clorofilla e minerali (in particolare lo iodio) aiuta a combattere tutti i sintomi che colpiscono chi soffre di ipotiroidismo. Continua a leggere

Selenio: così elimini tossine e adipe!

Il selenio è un oligoelemento (un minerale presente in piccole quantità nell’organismo) assolutamente necessario per il corpo. Fa parte di enzimi antiossidanti che proteggono le cellule dai radicali liberi, vere e proprie “tossine” dannose per  l’organismo e causa di invecchiamento precoce e rallentamento del metabolismo. Il selenio difende dalle malattie croniche, rafforza il sistema immunitario, stimola il metabolismo e permette di eliminare più rapidamente i “rotolini” di grasso. È presente nei cereali integrali e nella farina che se ne ricava, nelle noci brasiliane, nelle ostriche. Scopriamo insieme come utilizzarlo per ritrovare una linea perfettaContinua a leggere

Per un metabolismo veloce, meglio i frullati giusti che una dieta!

Oggi, sempre più spesso, le diete a basso apporto calorico non danno i risultati sperati. Infatti, il numero di casi in cui, pur seguendo una dieta rigida, non si riesce a perdere peso è decisamente elevato, così come quando si riprendono i chili perduti subito dopo aver raggiunto il peso forma. La colpa di ciò non è solo della tiroide, ma di quello che viene definito “metabolismo intermedio”, quando cioè il meccanismo che brucia zuccheri, grassi e proteine contenuti negli alimenti, si “danneggia” e rallenta. Questo processo è influenzato dalla produzione di ormoni e dalle nostre scelte a tavola, ovvero dall’alimentazione quotidiana: gli eccessi di grassi, proteine e carboidrati mandano in tilt le ghiandole surrenali, quelle del fegato e del pancreas, ostacolando le secrezioni ormonali che mantengono attivo il metabolismo. E allora, segui una dieta bilanciata e prova i nostri frullati, ne basta uno al giorno per riattivare le nostre naturali energie bruciagrassi. Continua a leggere