Pancia piatta con le fibre giuste

Fino a qualche decennio fa le fibre erano abbondantemente presenti nella dieta quotidiana, e pertanto non si conoscevano i problemi legati alla loro carenza, causata da un’alimentazione troppo ricca di cibi raffinati.  Riscopriamole: le fibre sono importanti tanto per la salute e quanto per raggiungere e conservare il peso forma?  Continua a leggere

La pastasciutta. È il primo piatto più amato e ti può far perdere peso

C’è chi la elimina dalla dieta perché teme di ingrassare. Ma non è così: il condimento giusto e la presenza di fibre fanno della pasta un piatto light. Lo sai, per esempio, che 80 g di pasta condita con un 2 pomodori e 1/2 cucchiaio di olio d’oliva apporta 340 kcal? È lo stesso contenuto calorico di 6 biscotti, che si mangiano in un attimo e che non saziano. E se vuoi sapere qual è la pasta che ti aiuta anche a dimagrire, seguici… Continua a leggere

Test. Sai perché bisogna ridurre la “pancetta”? Scoprilo con noi e dimagrire sarà più facile!

Quante calorie ci sono in un piatto di pasta? Cosa si intende per “effetto yo-yo”? Quanti carboidrati bisognerebbe consumare ogni giorno? Quali rischi comporta un eccesso di grasso addominale? Metti alla prova la tua abilità in materia di nutrizione rispondendo alle domande del nostro test qui a lato. Scoprirai se sei abbastanza esperta da poter perdere 3-4 chili di peso corporeo con un corretto fai da te. Seguici… Continua a leggere

Pastasciutta? Sì, anche per chi vuole perdere peso

Un piatto di pastasciutta è l’ideale per la tua linea. Naturalmente se condita nel modo giusto e integrale o semintegrale. Ecco perché: prendiamo un piatto costituito da 80 g di pasta integrale (variando tra semola di grano duro, farro e kamut, ma anche di riso, mais o grano saraceno), che fornisce circa 290 kcal; aggiungiamo 10 g di olio, 3-4 pomodorini a ciliegia e 50 g di carne bianca (oppure pesce, tofu, seitan, soia) tritati (per preparare un sugo con una base proteica). Così arriviamo a circa 420 kcal. E abbiamo un piatto completo che costituisce un ottimo pranzo saziante, fonte di carboidrati per l’energia, di proteine che nutrono i muscoli e bruciano l’adipe e di fibre che fanno assorbire meno grassi e zuccheri. In pratica, è un piatto che favorisce il raggiungimento o il mantenimento del peso forma. E, allora, perché rinunciare? Seguici e scopri alcune ricette adatte per tutta la famiglia… Continua a leggere

Tutto quello che devi sapere per avere pancia, fianchi e glutei tonici e snelli

Non sei “grassa” nel vero senso della parola, ma hai accumulato gli inestetici rotolini sul girovita, la pancia è spesso gonfia e i glutei si sono appesantiti? Allora continua a leggere, perché qui potrai trovare tutte le indicazioni per snellire queste parti del tuo corpo facendo le giuste scelte a tavola. Seguici… Continua a leggere

Ami la pizza e vuoi dimagrire? Il baccello dei fagioli è la tua soluzione!

Se sei golosa di pizza, pasta e pane ma allo stesso tempo vuoi combattere la cellulite e scacciare la fame nervosa, il baccello del fagiolo è una buona soluzione per i tuoi problemi. Conosciuto da tempo come diuretico e anticellulite, oggi viene consigliato anche nelle cure dimagranti grazie al suo contenuto in fibre (cellulosa, pectine) che rallentano e regolano l’assorbimento dei glucidi (zuccheri), riducendo la secrezione di insulina e, di conseguenza, mantenendo attivo il metabolismo.

Baccello di fagiolo: che cos’è e cosa contiene

Il seme del fagiolo (Phaseolus vulgaris della famiglia. delle Leguminose) ha un involucro, il baccello, ricco di fibre di cellulosa, pectine, tannini e flavonoidi (faseolamina) che, nell’intestino, hanno la proprietà di rallentare l’assorbimento degli zuccheri. Ciò permette di limitare l’apporto calorico e di evitare i picchi glicemici che fanno immagazzinare adipe e quindi chili superflui.

Quando è indicato

Da usare durante e dopo la fase di dimagrimento – soprattutto se ami pane, pasta, pizza… – il baccello di fagiolo aiuta a dimagrire e a stabilizzare il nuovo peso. Ha inoltre azione diuretica, utile in caso di ritenzione e cellulite, ed è un anti fame nervosa molto efficace. Nelle persone che soffrono di diabete leggero, limita e regolarizza il passaggio degli zuccheri nel sangue frenando, in particolare, il picco di iperglicemia dopo i pasti.

Obiettivi da raggiungere in un mese

Grazie all’azione diuretica e antiadipe, gli estratti del baccello di fagiolo permetto di ottenere buoni risultati in un solo mese di assunzione regolare. Naturalmente è fondamentale seguire una dieta finalizzata alla riduzione del peso corporeo. I risultati? Fino a 2 cm in meno di girovita e una perdita di peso intorno ai 3 kg in soli 30 giorni.

Prima e dopo il pranzo e la cena

Si consiglia l’assunzione di 2 opercoli (li trovi in erboristeria) dieci o venti minuti prima del pranzo e della cena. I preparati a base di baccelli di fagiolo possono causare disturbi all’apparato gastrointestinale; se ne consiglia pertanto l’assunzione per brevi periodi (30-40 giorni al massimo).
Non utilizzare in caso di gravidanza e ulcera gastroduodenale.
Se vuoi saperne di più visita le sezioni Dimagrire, Dieta e salute, Cellulite, Integratori su Riza.it