Ravintsara per combattere virus e batteri

Istockphoto

Secondo la medicina cinese l’inverno inizia i primi giorni di novembre mentre il solstizio rappresenta il culmine della stagione. Questo significa che da un punto di vista atmosferico i primi freddi si stanno già manifestando e così le prime malattie da raffreddamento.  In questo senso gli oli essenziali sono un valido aiuto per affrontare i rigori dell’inverno. In particolare, conosciamo l’olio essenziale estratto dalle foglie della Cinnamomum Camphora, chiamato comunemente Ravintsara a cineolo. Appartenente alla famiglia delle Lauraceae è un’essenza ricca di ossidi e per questo richiede cautela in gravidanza e durante l’allattamento. Ravintsara ha un particolare tropismo per il sistema immunitario e l’apparato respiratorio. Ne parliamo con Alessia Daturi, Naturopata e aromaterapeuta della Scuola italiana di medicina olistica di Milano. Continua a leggere

L’olio essenziale di Abete

Istockphoto

Proseguiamo il nostro viaggio nell’affascinante mondi degli oli essenziali e conosciamo l’Abete che appartiene alla famiglia delle conifere e in particolare alle Pinaceae. “Ne esistono diverse specie e di conseguenza molti oli essenziali, le conifere infatti sono tra le prime piante scoperte in grado di produrre le essenze aromatiche. Se ne distillano gli aghi resinosi e per produrre 1 kg di olio essenziale servono 150 kg di aghi. In Italia la produzione maggiore è in Trentino Alto adige”, ci spiega Alessia Daturi, Naturopata e aromaterapeuta della Scuola italiana di medicina olistica di Milano. Continua a leggere

Oli essenziali per la circolazione

L’estate è nel pieno del suo vigore e insieme ai suoi benefici per l’umore e l’abbronzatura durante le vacanze, porta con sé anche qualche piccola preoccupazione a cui bisogna essere preparati. In particolare, è il momento di occuparci della nostra circolazione venosa e linfatica, affaticata dal gran caldo. Caviglie gonfie, gambe appesantite, vene e capillari in evidenza sono alcuni tra i sintomi più comuni.  Come ovviare a questi fastidiosi sintomi? In nostro soccorso arrivano gli oli essenziali, fragranze aromatiche preziose per il nostro benessere. Questo mese ne conosciamo quattro molto attivi nella loro azione sul sistema circolatorio. Ne parliamo insieme ad Alessia Daturi, naturopata e aromaterapeuta presso la Scuola italiana di medicina olistica. Continua a leggere

L’olio essenziale di Mandarino

Istockphoto

Continuiamo il nostro viaggio alla scoperta degli oli essenziali e delle loro proprietà. Queste essenze aromatiche offrono infatti molteplici doni sia per il corpo che per le emozioni.  Questo mese conosciamo l’olio essenziale di Mandarino (Citrus reticulata) che appartiene come tutti gli agrumi alla famiglia delle Rutaceae. Ne parliamo insieme ad Alessia Daturi, naturopata e aromaterapeuta, presso la Scuola italiana di medicina olistica di Milano.

È il più delicato nella famiglia degli agrumi e per questo è conosciuto come l’olio essenziale dei bambini, ma è un ottimo supporto anche per gli adulti. Adatto anche alle donne in gravidanza e in allattamento, la sua unica controindicazione è di essere leggermente fotosensibilizzante, per cui è meglio non usarlo quando ci esponiamo direttamente alla luce solare. È importante che sia puro al 100% e ottenuto per spremitura a freddo e che dopo l’apertura nei mesi più caldi sia conservato in frigo. Continua a leggere

L’olio essenziale di Limone

Le piante offrono doni meravigliosi per il nostro benessere e la parte più preziosa è quella costituita dagli oli essenziali che da questo mese impareremo a conoscere meglio. Nonostante il loro nome sono in realtà essenze aromatiche lipofile che possono essere utilizzate per alcuni malesseri fisici ma anche per sostenere psiche ed emozioni. Questo mese insieme ad Alessia Daturi, naturopata e aromaterapeuta, presso la Scuola italiana di medicina olistica di Milano, ne conosciamo uno in particolare, molto diffuso, disponibile a un prezzo particolarmente contenuto e di facile utilizzo. Appartenente alla famiglia delle Rutaceae, quest’olio si estrae dalle scorze dei frutti del Citrus Limon, il comune Limone. È importante che sia puro e ottenuto per spremitura a freddo e che dopo l’apertura nei mesi più caldi sia conservato in frigo. Attenzione al suo utilizzo è durante il periodo estivo: essendo leggermente fotosensibilizzante non va usato nelle ore in cui ci esponiamo alla luce solare. Continua a leggere

Cambio di stagione: ci viene in aiuto la naturopatia

Se la primavera astronomica inizia il 20 marzo, in realtà da un punto di vista energetico è cominciata già a febbraio. Il passaggio dall’inverno alla primavera è forse quello che può creare maggiori disturbi di salute. All’interno del nostro organismo succede quello che si manifesta in natura: il periodo di riposo, lentezza e rigenerazione invernale lascia il posto a un periodo di maggiore fermento in cui anche noi, come i fiori, sbocciamo e diventiamo più energici. La luce aumenta, il risveglio della Natura è cominciato. Inizia quindi un periodo frizzante, ma impegnativo per l’organismo in cui tante funzioni metaboliche sono impegnate per farci uscire dai ritmi invernali. Per questo alcune persone si sentono spossate, stanche e talvolta anche l’umore è altalenante. Ecco quindi un vademecum di Alessia Daturi, naturopata presso la Scuola italiana di medicina olistica di Milano, per uscire con dolcezza dall’inverno. Continua a leggere